Una reunion lunga 44 anni. La V^ D del Liceo Scientifico “Nicola Pizi” di Palmi, dell’ormai lontano 1977,

Una reunion lunga 44 anni. La V^ D del Liceo Scientifico “Nicola Pizi” di Palmi, dell’ormai lontano 1977, si e’ riunita – quasi al completo – per un momento di convivialita’ all’ insegna della gioia dev’essersi ritrovati dopo cosi’ tanto tempo e con un pizzico di amarcord verso quegli anni “belli e irripetibili”, che li videro ragazzi dapprima, e poi adolescenti raggiungere l’agognata maturita’ al termine di una sessione di esami che – e’ stato ricordato – fu l’unica che vide presente il latino fra le materie d’esame dello scientifico. Finiti l gli esami – come sempre accade – le strade si divisero e per 44 anni non vi fu piu’ occasione per ritrovarsi di nuovo tutti insieme. Ma il ricordo e l’affetto che aveva unito quel gruppo di ragazzi, provenienti da vari paesi della Piana del Tauro: Taurianova, San Ferdinando, Gioia Tauro, Santa Cristina d’Aspromonte, Santa Eufemia d’Aspromonte, Rizziconi e Palizzi – e riuniti in una classe di appena 17 alunni, tutta maschile e senza alcun palmese, fece maturare un sentimento di amicizia e di affetto fortissimo rimasto vivo nonostante il tempo trascorso e che ha fatto sì che – anche grazie ad un intelligente uso dei social- potesse essere ricucito il rapporto con tutti. Tanta allegria e – per dirla come Carmine Abbate – “u piaciri di la cuntentizza” di essere nuovamente, per qualche ora nuovamente insieme. Chi non c’era fisicamente e’ stato raggiunto in videochiamata e, per Nando Guerrisi – l’unico che purtroppo non c’e’ più – vi e’ stato un giusto momento di ricordo. Tante storie di vita diverse si sono ritrovate al tavolo del ristorante in una notte di mezza estate divenuta veramente il sogno dello spirito di una gioventu’ d’animo e di spirito ritrovata con leggerezza e con allegria. Il tempo non ha stravolto più di tanto corpi e visi e stare insieme ha – con il ricordo dei tempi andati – cementato un sentimento di reciproco affetto che dopo più di 40 anni va al di là delle singole vicende umane e professionali di ognuno di questi “eterni ragazzi” della V^ D., sessantenni et ultra, ancora capaci di goliardica ironia e che si sono ripromessi di non perdersi più, fissando da subito, con larghissimo anticipo la data del nuovo incontro: nell’estate 2022, per far sì che anche gli assenti possano esserci. La serata si e’ conclusa con il taglio della torta e con il grazie forte e sentito a coloro ( Pino Callipari e Mimmo Andreacchio ) che piu’di tutti si erano spesi per rendere possibile il randez vous. Appuntamento al quale, per essere presenti, alcuni sono ritornati dalla Svizzera e dal Costarica; altri dal nord Italia. Alcuni fra gli assenti sono stati raggiunti in videochat e non hanno nascosto la gioia dell’essere virtualmente presenti coi commensali che ( nella foto da sinistra) sono stati: Franco Romeo, Francesco “Ciccio” Ciano, Pino Monteforte, Pasquale Calabria, Nino Mancini, Pasquale Avati, Mimmo Andreacchio, Pino Callipari, Mimmo Cali’, Luigi Mamone e Bruno Chine’. Agli assenti: Francesco “Ciccio” Franco, Pino Lombardo, Antonio Fedele, Anselmo Fontana, Giuseppe Fedele e Anselmo Rigon l’ideale abbraccio di tutti e l’attesa di riabbracciarli nel 2022.