SAVONA – Continuano senza sosta le ricerche di Alessia Puppo, la 30enne dispersa in mare dalla scorsa notte. A seguito di una lite col fidanzato

Continuano senza sosta le ricerche di Alessia Puppo, la 30enne dispersa in mare dalla scorsa notte. A seguito di una lite col fidanzato, la donna, originaria della provincia di Alessandria, avrebbe compiuto quel gesto estremo. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, Alessia si trovava in riviera e aveva deciso di passare il Capodanno presso la discoteca Essaouira di Albenga (Savona) con il fidanzato e un gruppo di amici. All’interno del locale il violento diverbio, a quanto pare per futili motivi. Diverse persone presenti nel locale avrebbero cercato di intervenire per sedare la lite, ma proprio lei le avrebbe allontanate, non volendo intromissioni, e la baruffa sarebbe proseguita fuori dal locale.

Raggiunta la spiaggia, Alessia si sarebbe tolta i vestiti per poi gettarsi in mare, iniziando a nuotare verso il largo. In pochi minuti la 30enne è sparita tra le onde e nel buio. L’allarme è stato lanciato intorno alle 23: subito sono scattate le operazioni di ricerca, andate avanti per diverse ore nella notte e poi riprese questa mattina con l’intervento dell’elicottero dei Carabinieri, quello della Guardia Costiera, i sommozzatori e le motovedette della Capitaneria di porto. Le ricerche, che finora non hanno dato alcun esito, continueranno anche nelle prossime ore fino al calare della notte e, se necessario, saranno riprese domani mattina. La speranza è che avvenga un miracolo e la donna sia trovata in vita.