SANZIONATE MOTO D’ACQUA CHE NAVIGAVANO SOTTOCOSTA TRA I BAGNANTI

Anche quest’anno la Guardia Costiera ha incrementato le attività di controllo a tutela dell’incolumità dei bagnanti, a difesa dell’ambiente marino ed a garanzia della sicurezza di tutti coloro che intendono fruire del mare.
La bella stagione rappresenta il momento di massima fruizione di spiagge e mare da parte della collettività ed il personale delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera è chiamato ad assolvere il compito di garantire il sereno e sicuro svolgimento delle attività balneari da parte dell’utenza intervenendo, nel caso occorra, per reprimere condotte illecite.
L’operazione “MARE SICURO 2021”, che ha avuto inizio lo scorso mese di giugno, già vede impiegati lungo tutto il litorale uomini e donne della Guardia Costiera, con particolare attenzione ai siti considerati “sensibili” a causa della maggior affluenza turistico – balneare.
Nei giorni scorsi, a seguito delle continue segnalazioni pervenute circa la presenza lungo le coste di moto d’acqua che effettuavano evoluzioni pericolose e ad alta velocità tra bagnanti, sul litorale jonico, creando potenziale pericolo alla sicurezza degli utenti, sono stati intensificati i controlli nella zona segnalata.
L’attività di polizia marittima è stata effettuata con le motovedette e pattuglie terrestri della Guardia Costiera di Reggio Calabria e di Roccella Jonica, un elicottero del V° Reparto Volo della Polizia di Stato, personale del Commissariato di P.S. e della Stazione Carabinieri di Bovalino.