SAN MARTINO – “LA FIACCOLA DELLA GIUSTIZIA E DELLA LEGALITA'”

Un significativo momento di riflessione sul significato e il valore della legalità e’ stato offerto ai fedeli della Comunita’ di San Martino dalla presenza nel corso della S. Messa domenicale nella Chiesa della Madonna della Colomba della fiaccola della legalita’. L’ iniziativa itinerante e’ stata promossa dalla Caritas diocesana per stimolare una riflessione e un concreto impegno in tutti quei campi dove il rispetto delle regole e la legalita’ vissuta come stile di vita maggiormente si evidenziano come necessita’ non differibile. Il rito, celebrato dal Parroco Don Domenico De Raco assistito dal Diacono Vincenzo Alampi, iniziava con l’accensione congiunta della fiaccola da parte del celebrante, del Diacono e dell’Assessore alla promozione della legalita’ del comune di Taurianova Luigi Mamone, intervenuto su delega del Sindaco Fabio Scionti con il Consigliere Francesco Forestieri. Il rito, molto partecipato, ha visto il celebrante soffermarsi nella sua omelia sull’importanza della legalita’ e della verita’ viatico di giustizia , di pace e di equita’. Al termine della celebrazione l’Assessore Mamone ha porto un breve saluto evidenziando l’ importanza che la legalita’ sia percepita e vissuta come un valore e una regola costante di pensiero e di azione e non come troppo spesso accade solo come occasione per mera esternazione – in maniera talvolta farisaica- di affermazioni di principio senza che a cio’ seguano concrete azioni che soprattutto nei confronti dei giovani in eta’ scolare non possono essere svilite a mere sollecitazioni ma implicano la necessita’ di percorsi nei quali deve essere presente anche la vicinanza, il sostegno e la solidarieta’ . Come – ha concluso – l’Amministrazione Scionti e la coalizione “Taurianova cambia” intendono fare e, con la collaborazione dei cittadini, potra’ esser fatto. Subito dopo la fiaccola : fiammella simbolicamente accesa dentro un ulivo, albero evocatore della pace, veniva spenta per poter proseguire il suo viaggio itinerante in un’altra chiesa della Diocesi.