Riceviamo e pubblichiamo. L’AMBIENTALISMO DI FACCIATA

Mi stupisce e ci stupisce sempre più la politica del signor sindaco di Polistena, dott. Michele Tripodi, che si limita agli slogans senza mettere in pratica una conseguente politica del fare. Succede per tutto, anche per i temi ambientali. A Polistena puoi trovare sul ciglio di strade rurali accumuli di eternit segnalati da diversi anni senza che l’Amministrazione comunale si attivi per rimuoverli. Ancora oggi sono lì.
Abbiamo proposto, come Gruppo Consiliare di “Polistena Futura”, di attivare la raccolta di farmaci usati e di pile esauste attraverso una rete di raccolta efficiente che eliminasse il più possibile questa tipologia di rifiuti dallo smaltimento pericoloso con gli altri rifiuti.
L’Amministrazione comunale di Polistena e l’intero gruppo politico che sostiene il signor sindaco, dott. Michele Tripodi, hanno votato contro la nostra proposta.
Abbiamo proposto di dare seguito ad un impegno sottoscritto dal Comune di Polistena, Patto dei Sindaci, per l’emergenza climatica e che comportava una sequenza di step per mettere in atto una politica a tutela dell’ambiente. Peccato che dopo la firma l’Amministrazione comunale abbia completamente messo da parte il perseguimento degli impegni sottoscritti.
Anche in questo caso l’Amministrazione comunale di Polistena e l’intero gruppo politico che sostiene il signor sindaco, dott. Michele Tripodi, hanno votato contro la nostra proposta.
Abbiamo proposto, attraverso una politica attiva dell’istituzione comunale, la facilitazione della nascita di comunità energetiche rinnovabili in un contesto sempre più drammatico sia per l’aspetto climatico che per quello economico dei nostri cittadini.
Anche in questo caso l’Amministrazione comunale di Polistena e l’intero gruppo politico che sostiene il signor sindaco, dott. Michele Tripodi, hanno votato contro la nostra proposta.
Abbiamo proposto la collocazione delle cosiddette Case dell’Acqua sul territorio comunale per ottimizzare la fornitura di acqua potabile e ridurre drasticamente la plastica delle bottiglie che rappresenta un rifiuto quantitativamente importante per il nostro sistema di smaltimento.
Anche in questo caso l’Amministrazione comunale di Polistena e l’intero gruppo politico che sostiene il signor sindaco, dott. Michele Tripodi, hanno votato contro la nostra proposta.
Abbiamo stimolato, attraverso la presentazione di una mozione, la discussione sul raddoppio dell’inceneritore di Gioia Tauro in Consiglio comunale. Discussione che non è mai avvenuta.
Di fronte a queste posizioni assurde non ci resta che prendere atto che l’azione dell’Amministrazione comunale di Polistena si limita ad un AMBIENTALISMO DI FACCIATA.
Qualcuno dovrebbe spiegare agli amministratori di Polistena che non è sufficiente partecipare alle manifestazioni per il clima ma è necessario mettere in pratica una politica che miri a preservare il nostro ambiente oltre che la nostra salute strettamente legata al contesto ambientale.
Aspettiamo che gli slogans lascino il posto alla buona Politica e nel frattempo consigliamo vivamente al signor sindaco, dott. Michele Tripodi, di attivarsi per rimuovere l’eternit che giace sul ciglio delle strade comunali. Lo faccia per l’ambiente e per tutelare la salute dei cittadini

FRANCESCO PISANO
CAPOGRUPPO CONSILIARE “POLISTENA FUTURA”