POVERA TERRA MIA!!!
Luigi Mamone

Luigi Mamone

Se esistesse un Tribunale come quello di Norimberga riservato non ai crimini di guerra ma alle nefandezze politiche bisognerebbe mandare a giudizio, accompagnati sul pretorio a calci , i responsabili delle candidature di centro sinistra alla Presidenza della Giunta. Ben tre diverse che attingono allo stesso bacino di consensi: Bruni, Oliverio e De Magistris.
Cedere in maniera cosi’ vomitevole la regione ad un centro destra rapace ma capace di compattarsi nonostante l’ingombrante presenza del F.F. , unto dal Signore e destinato a essere nuovamente Vicepresidente di Giunta senza candidarsi e senza dimostrare quanto l’elettorato- soprattutto quello del suo borgo natio- lo ami e’ un crimine politico che dovra’ pesare sulle coscienze di Oliverio e De Magistris i e , soprattutto, sull’insipiente PD, i cui araldi calabresi e i loro compagni romani meriterebbero a questo punto una sonora e definitiva punizione elettorale che li spazzasse via per consentire al partito, come un’Araba Fenice, di risorgere dalle ceneri dell’affarismo e della miopia politica legata alla brama di conservare e cristallizzare posizioni di potere e non piu’di servizio e di comprendere che a dividere ricchezza resti solo poverta’. Andare a ranghi sparsi significa tradire le speranze dell’elettorato di centro sinistra al quale ripugna la presenza della Lega e le altre , variamente interpetrabili, che sostengono Occhiuto. La Calabria si avvia a formare una nuova assemblea, composta per lo più di cio’ che restera’ di una serie di concorrenti ad una improbabile “Corrida” orchestrata da abili burattinai che gia’ hanno deciso chi entrera’ in Consiglio, in maggioranza e in minoranza . Alla fine poco cambiera’. La Calabria continuera’ ad essere terra di infinite attese, grandi incompiute, speranze e delusioni, mafie e antimafie, consiglieri regionali con conflitti di interesse paurosi, sanita’ all’enpasse e cittadini onesti ridotti al silenzio e all’impotenza. Povera terra mia!

Luigi Mamone