POLISTENA,IL GIORNALISTA PIERO BADALONI RACCONTA DELL’INFANZIA NEGATA IN SPAGNA E DEL SUO LIBRO INCHIESTA “IN NOME DI DIO E DELLA PATRIA”.

In Spagna, il Franchismo si macchio’ di tanti crimini e uno di questi fu “la scomparsa” di circa trecentomila bambini sotratti alle loro famiglie per evitare che “prendessero da loro il virus del Marxismo”.

Una vicenda oscura, che grazie ai movimenti nati in Spagna e ad un capillare lavoro d’inchiesta, portato avanti dal noto giornalista televisivo,la Spagna ,grazie al Governo socialista di Zapatero,nel 2008,ha emanato una Legge che per dare giustizia alle famiglie e per ricreare la memoria storica di un avvenimento, di “rigenerazione della razza”, che il regime del Generale Franco, attuo’ in Spagna, a partire dalla vittoria nella guerra civile.

L’Associazione “Girolamo Marafioti” di Polistena e il suo Presidente Piero Cullari,in collaborazione con il Comune e il Sindaco Michele Tripodi,ha voluto invitare il giornalista Piero Badaloni per una “riflessione collettiva” su un grave crimine che ha lasciato tante vittime.

“Oggi in Spagna-ha affermato il giornalista del tg1-ci sono Associazioni di familiari che lottano per ricercare e ricostruire la storia della loro famiglia”.

“Una storia cupa-ha affermato il Sindaco Tripodi-che ha riguardato l’orrenda logica della “difesa della razza” che fu la politica portata avanti dai regimi fascisti e che fu causa di milioni di morti, dei quali ,anche la Chiesa di allora,ha le sue responsabilita’”.

Piero Cullari ,nel ringraziare il giornalista Badaloni e il Sindaco Tripodi,ha annunciato altre iniziative e incontri culturali con personaggi del mondo dell’informazione,della cultura e della politica.

Polistena 20 Luglio 2018 Aldo Polisena