“La mafia uccide ,il silenzio pure” e’ il tema della rassegna letteraria organizzata dall’Istituto G.Rechichi di Polistena,dall’Associazione culturale Girolamo Marafioti ,con il patrocinio della Citta’ Metropolitana.

Come direttore scientifico della rassegna e’ stato scelto ,il giornalista e scrittore e conoscitore dei fenomeni criminali, Arcangelo Badolati.

Al primo appuntamento della Rassegna,che si e’ svolto al Cine Garibaldi dei fratelli Laruffa,hanno partecipato gli studenti delle terze classi,i quali,non si sono risparmiati nel porre domande e riflessioni agli ospiti,sul fenomeno mafioso.

Dopo i saluti di Piero Cullari ,Presidente dell’Associazione Marafioti,Arcangelo Badolati, ha presentato il Magistrato Manzini e il suo libro “Statti zitta ca parlasti assai”.

Una frase rivolta, da un esponente del clan Mancuso,alla Manzini nel corso di un processo.

Marisa Manzini,originaria di Novara,vive e svolge la sua attivita’di Magistrato in Calabria da oltre venti anni ed e’ riuscita a portare alla sbarra diversi esponente della potente famiglia mafiosa di Limbadi.

“In questo libro-ha affermato la Dottoressa Manzini-si racconta la storia di Tita Boccafusca- moglie del capo clan Pantaleone Mancuso,pentita per amore del figlio,un pentimento che gli e’ costata la vita”.

“Ho voluto raccontare, anche la storia di Gerardo D’Urzo,spietato killer dei clan,poi pentito vero”.

“Storie drammatiche che ci dimostrano-ha continuato Maria Manzini-che e’ meglio condurre una vita normale”.

“Voi avrete un ruolo importantissimo-ha affermato il Magistrato rivolgendosi agli studenti-che e’ quello di individuare le persone giuste per far cambiare la Calabria”.

Dopo gli interventi dei ragazzi e le risposte di Maria Manzini, il Dirigente, Francesca Maria Morabito,ha avoluto ricordare come il modo migliore per far capire che cos’e’ la mafia,e’ quello di far ascoltare ai ragazzi ,le testimonianze di chi e’ impegnato in prima fila in questa battaglia.

Polistena 15 Novembre 2018 Aldo Polisena

Post Views: 1.719
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.