POLISTENA – Comunicato stampa MEETUP DI POLISTENA “Libertà e Partecipazione” sull’improvvisa visita della ministra Grilla.

Non comprendiamo davvero il motivo di tanto risentimento del Gruppo Consiliare “Avanti Polistena” espresso con il comunicato dell’8 marzo scorso riguardante l’improvvisa visita della ministra Grillo all’ospedale di Polistena. Ci corre l’obbligo portare a conoscenza (cosa che abbiamo già fatto, ma che i distratti componenti del Gruppo Consiliare non hanno “recepito”) che tale scelta è stata espressamente voluta dalla stessa ministra in quanto preferisce alle solite “passerelle” mediatiche, a cui si è abituati e accondiscendenti, i FATTI COMPIUTI.
Ricordiamo ancora allo “smemorato” Gruppo Consiliare che sia in data 24 ottobre 2015 che 28 ottobre 2017 abbiamo dato la nostra adesione alle giornate di manifestazione in favore dell’ospedale di Polistena e della sanità pubblica organizzata dall’attuale Amministrazione Comunale e dal sindaco Michele Tripodi “universalmente riconosciuto come uno dei pochi a battersi con forza…” per impedire, con tracotanza e modi antidemocratici, alle parlamentari del M5S Dalila Nesci e Federica Dieni di salire sul palco degli intervenuti. Ce ne vuole di faccia tosta per accusarci di voler trasformare la lotta per il diritto alla salute in un circuito a “numero chiuso” dove solo il M5S ha diritto a parteciparvi. Di “chiuso” c’è solo l’intelletto di certi personaggi che credono che qualsiasi tipo di lotta è prerogativa soltanto di un singolo o di un gruppo ristretto. Non vediamo, inoltre, cosa ci sia di male nel chiedere legittimamente a che punto sia la pista dell’elisoccorso, dato che i cittadini di Polistena hanno anche il diritto di sapere come sono utilizzati i propri soldi.
Infine, riteniamo che la lotta da noi intrapresa per la sanità pubblica e il diritto alla salute sia quella giusta, perciò andiamo dritti per la nostra strada. Se qualcuno ci vuole “accompagnare” ci segua, altrimenti si limiti a guardare!

Riceviamo e pubblichiamo Polistena, 11 Marzo 2019