POLISTENA – COMMOZIONE E PARTECIPAZIONE AI FUNERALI DEL SENATORE MOMMO TRIPODI.

Tanta gente comune,dirigenti politici ,amministratori,si sono stretti attorno ai famigliari dell’Onorevole Mommo Tripodi, scomparso l’altro ieri e commemorato, prima nel salone delle Feste del Comune ,dove e’ stato Sindaco per 33 anni e poi nella piazza attistante al Municipio, dove sono intervenuti diversi esponenti del PCI e amici di tante battaglie.
Toccante e’ stato l’intervento del nipote Michele Tripodi,attuale Sindaco della citta’di Polistena-che ha voluto ricordare momenti della sua infanzia a contatto con lo zio e ha affermato che “l’amministrazione comunale di Polistena continua l’azione nel solco tracciato dal senatore”.

“L’ultiva volta che ho parlato con lui-ha affermato Michele Tripodi- l’ho informato che avevamo conquistato il finanziamento di Palazzo Sigillo’ che lui aveva voluto acquisire ai beni del Comune e che l’avremmo ristrutturato.
Io credo che la Casa della Cultura che li sorgera’, dovra’ portare il nome di Mommo Tripodi”.
Hanno preso la parola inoltre :Marco Policaro Vicesindaco della Citta’,Lorenzo Fasci ‘, segretario Regionale del PCI,Nuccio Barilla’ dirigente nazionale di Legambiente e Peppe Lavorato gia’ Sindaco di Rosarno e compagno di tante battaglie assieme a Mommo Tripodi.
“ Mommo era il riferimento degli umili e dei braccianti che lottavano per migliori condizioni di vita e salariali –ha ricordato Lavorato-ma era anche il promotore elle battaglie contro la costruzione a Gioia Tauro della centrale a carbone e per questo osteggiato e sotto mira della ‘ndrangheta”.
Infine davanti alla bara, con a fianco la Moglie Pasqua, e i tre figli, Michelangelo,Pina ed Ivan,in uno sventolio di bandiere e sulle note di “Bandiera Rossa”,la salma del Senatore Tripodi e’ stata accompagnata verso il cimitero di Polistena dove sara’ tumulato.

Polistena 17 marzo 2018 Aldo Polisena