(Riceviamo e pubblichiamo) PICCOLI FURTI NEL CIMITERO.

Sono molti i cittadini che mi hanno manifestato il loro disappunto per i continui furti all’interno del cimitero del Comune di Polistena. Da diversi mesi ormai si aggira un (o forse più di uno) ladruncolo che porta via qualsiasi cosa, da oggetti di modico valore presenti nelle cappelle fino ad arrivare ad attrezzature di operai presenti nell’area cimiteriale. Nelle scorse settimane è circolata sui social network la notizia di furti anche all’interno di automobili in sosta nel parcheggio antistante il cimitero. Tutto questo è davvero sconcertante. I cittadini si lamentano del fatto che spesso al cimitero non ci sono addetti comunali e come mi ha riferito un’anziana donna “ci sono solo i morti”. Fino a ieri ho potuto constatare direttamente quanto riferitomi. L’Amministrazione comunale di Polistena è chiamata a risolvere i problemi e non, invece, cercare di ignorarli per evitare che si diffondano le notizie. Spesso il modico valore della refurtiva equivale ad una perdita molto più grave, una piccola scultura, un simbolo religioso o un oggetto che rappresentava il legame tra chi lo ha deposto e chi non c’è più ha spesso molto più valore. Il cimitero di Polistena non può essere abbandonato a sé stesso. Più servizi, più presenza e più sorveglianza, è necessario a tutela dei cittadini.
FRANCESCO PISANO
CAPOGRUPPO CONSILIARE “POLISTENA FUTURA”