Palmi : Cerimonia per i Cinquant’anni della fondazione della Sezione Piana di Palmi della Fidapa BPW Italy e a seguire la Cerimonia delle Candele

Si è tenuta al Grand’Hotel “Stella Maris” di Palmi, la Cerimonia per i Cinquant’anni della fondazione della Sezione Piana di Palmi della Fidapa BPW Italy e a seguire la Cerimonia delle Candele, alla presenza della Presidente Nazionale della FIDAPA Bpw Italy, Fiammetta Perrone, e della Presidente del Distretto Sud Ovest della FIDAPA BPW Italy, Pina Genua Ruggiero.
Una storia lunga, tracciata all’insegna della cultura, dell’impegno associativo e della profonda amicizia tra donne.
Dopo gli ascolti degli Inni e i saluti istituzionali, si sono susseguiti gli interventi della Consigliera Comunale del Comune di Palmi, Desideria Filippone, del Vescovo della Diocesi Oppido Mamertina-Palmi, Mons. Francesco Milito, il quale, nel suo intervento, si è soffermato sul valore simbolico delle candele, alla cui luce, soprattutto in passato, sono state alimentate riflessioni e attività; Mons. Milito ha sottolineato che la Cerimonia delle Candele della Fidapa, che è giunta, nella Sezione Piana di Palmi, al suo cinquantesimo anno, ha un significato particolare: si accende una candela per ricordare che non si è da sole, tante candele che tutte insieme rafforzano il senso di appartenenza e che, unite alle fiammelle di chi, in passato ci ha preceduto, perpetuano la speranza e danno serenità.
La Consigliera Desideria Filippone, ha sottolineato l’importanza della Fidapa per il territorio.
Subito dopo Pina Genua Ruggiero, Presidente del Distretto Sud Ovest della FIDAPA BPW Italy, ha sottolineato come il raggiungimento del cinquantesimo anno di attività di una Sezione è frutto dell’impegno di chi ci ha preceduto, fondando sull’Amicizia e sul Rispetto reciproco l’operato dell’Associazione. Alla valorizzazione delle alte professionalità che la FIDAPA Bpw Italy promuove, occorre aggiungere l’attenzione rivolta, nei tempi attuali, a coloro che hanno bisogno e sono in difficoltà, esortando all’interno della Sezione un confronto costante fra Socie più giovani e Socie con più esperienza, tutto sotto le insegne dell’Armonia, della Gioia, dell’osservanza dei Valori dello Statuto e del Regolamento, in piena adesione all’Etica fidapina.
A seguire la Presidente della Sezione Piana di Palmi, Anna Pizzimenti, nel discorso commemorativo dell’importante anniversario della Sezione, si è soffermata sul ruolo decisivo e ancora attualissimo che la Fidapa riveste per il raggiungimento e il rafforzamento dell’autonomia e dell’indipendenza delle Donne, obiettivi non così scontati, come si potrebbe ritenere. L’adesione e l’azione all’interno dell’Associazione contribuiscono a rafforzare la professionalità e il valore delle Donne, proiettandolo all’esterno, in società, e corroborando in ognuna la consapevolezza del proprio valore e del proprio “essere donna”. Fondamentale, giunte al Cinquantennio, è recuperare il passato per comprendere il presente e proiettarsi nel futuro, per questo, ha detto la Presidente, “ho vestito i panni dell’archeologa della memoria e dei ricordi” e, dopo aver ricordato tutte le Presidenti che si sono succedute nel Cinquantennio, ha presentato le attività per il Giubileo d’Oro: il restauro del labaro, il Premio Donna Fidapa-BPW Italy 50, I edizione.
Sono state insignite del premio Frozan Nawabi, ex Direttrice Generale per i Diritti Umani del Ministero degli Esteri Afgano, candidata nel 2014 al Premio Nobel per la Pace, rifugiata politica internazionale in Italia, che rappresenta e incarna gli ideali statutari che muovono l’Associazione Femminile, e a Patrizia Pelle, Presidente del Distretto Sud Ovest, della FIDAPA BPW Italy, prematuramente scomparsa nello scorso mese di gennaio. Il Premio, assegnato alla Memoria, è stato ritirato dalla figlia Alessia, accompagnata dal padre e dalla figlia, unitamente alla Past Presidente della Sezione di Siderno, Angela Giampaolo, di cui Patrizia Pelle era Socia onoraria. Le motivazioni nell’assegnazione del premio alla memoria risiedono nel costante impegno nella diffusione dei valori fidapini, che ha caratterizzato la vita associativa e non di Patrizia Pelle, incarnandoli quotidianamente nel suo operato.
Dopo la consegna dei premi, la Presidente Pizzimenti ha presentato la collana realizzata dal Liceo Artistico “M. Guerrisi” di Palmi, nel corso di un lungo periodo di collaborazione e di confronto con la sezione metalli e ceramica della Scuola.
La collana subito benedetta da Mons. Milito è stata fatta indossare alla Presidente Pizzimenti dalla Presidente Perrone, inaugurando nel cinquantennale della Sezione un nuovo rito, quello del “Passaggio della Collana della Sezione” ad ogni Passaggio delle Consegne da Presidente a Presidente.
Infine, è stato presentato un video commemorativo e celebrativo, realizzato con i contributi di alcune Socie Fondatrici e Past Presidenti di Sezione e Socie.
Dopo la consegna delle targhe e degli attestati commemorativi, ha concluso la cerimonia la Presidente Nazionale Fiammetta Perrone.
La Presidente Perrone ha esordito dichiarando di essersi sentita subito coinvolta dal senso di unità e di legame con il passato, che è emerso dalla visita alla Sezione, dall’accoglienza delle Socie e dalla cerimonia a cui ha presenziato. Il sentimento di unità percepito le ha riportato subito alla memoria il concetto di comunità, come postula Papa Francesco in una delle sue Encicliche. Ha sottolineato ancora la Presidente Perrone che è stato tangibile un “bellissimo lavoro di squadra”, che si radica su valori fondamentali, come Amicizia, Rispetto, “Sorellanza”, coesi in uno spirito di orgogliosa appartenenza alla Sezione, che supera gli anni e si perpetua con il passare del tempo.
Plaudendo alle iniziative promosse per il Giubileo d’Oro, la Presidente Perrone ha anche evocato alcuni dei progetti nazionali, varati e/o confermati per il biennio in corso: l’Inno per la Pace, la Campagna “He for She”, la “Carta dei Diritti della Bambina”. Non senza commozione, la Presidente Perrone ha evocato la memoria e il dinamismo di Patrizia Pelle, uno dei cui ultimi progetti da Vicepresidente Distrettuale nel precedente biennio è stato “Tesori da scoprire”, fiore all’occhiello di tutta la Federazione Fidapa BPW Italy.
Concludendo il suo intervento, la Presidente Perrone si è soffermata sulla necessità di tenere salde le fondamenta dell’Associazionismo fidapino, che sono l’Etica della Responsabilità e l’osservanza delle norme statutarie e regolamentari, senza dimenticare di mantenere fermo il rispetto verso l’Autonomia delle Sezioni, posto che la libertà di pensiero e la libertà del confronto sono Valori fondanti e irrinunciabili nella vita associativa.
Conclusa la Cerimonia per il cinquantennio, la Socia della Sezione Piana di palmi, M° Maria Beatrice Zoccali, ha eseguito al pianoforte alcune opere di Francesco Cilea, della cui diffusione Ella è Ambasciatrice nel mondo.
Densa di emozioni è stata la Cerimonia delle Candele momento più importante dell’anno sociale che simboleggia l’abbraccio di tutte le donne del mondo aderenti alla BPW International di cui fa parte FIDAPA.
La Cerimonia, svoltasi nella suggestiva scenografia creata a bordo piscina, attraverso il gesto simbolico di accensione delle candele, esprime la condivisione dei valori e degli obiettivi a cui l’associazione si ispira.
La diversa cromia delle candele che vengono accese richiama legami ideali con distinte realtà: quelle bianche rappresentano le varie Federazioni nel mondo, quelle blu i club associati alla BPW International, quelle rosa le Socie individuali ed infine la candela verde che rappresenta la speranza e l’avvenire.
Quest’ultima viene accesa dalla Socia più giovane.
La Candela verde quest’anno è stata accesa da Francesca Frachea.
Dopo la cerimonia delle candele sono state presentate e “spillate” le nuove socie: Domenica Crucitti, Francesca Frachea, Maria Teresa Saffioti, Beatrice Zoccali e Patrizia Genovese.
La cena di gala e il tradizionale taglio della torta hanno concluso l’evento, che ha registrato la presenza di molti presidenti e Past President di altre sezioni e rappresentanti del mondo della cultura e dell’associazionismo presenti sul territorio.
Un tributo speciale è stato riservato alla socia Tota Benedetto per il suo compleanno.
Caterina Sorbara