OSPEDALE DI POLISTENA:E’ L’ORA DELLE RISPOSTE.

Tanta gente davanti al Santa Maria degli Ungheresi per impedire la chiusura del nosocomio nel quale già diversi reparti sono chiusi o funzionano a singhiozzo a causa della carenza di personale.
Il nome di Marco Gervaso,il ragazzo di 21anni ,di Taurianova ,morto al pronto soccorso, è riecheggiato in quasi tutti gli interventi,anche se gli organizzatori dell’evento,il Comitato Spontaneo,hanno invitato dei cittadini a testimoniare gli aspetti positivi della sanità che si trova nei reparti dell’Ospedale Polistenese.
Invitati dal coordinatore dell’iniziativa Luigi Longo,sono stati chiamati ad intervenire diversi cittadini e si sono verificati momenti di tensione con i Sindaci che,dopo l’intervento di Don Pino De Masi,Parroco di Polistena ,il quale ha invitato ad una maggiore unità,si sono trovati sul tavolo degli accusati.
Rientrata la tensione,grazie anche all’intervento del Presidente dell’Associazione dei Sindaci “Città degli Ulivi”,Francesco Cosentino,sono intervenuti il Sindaco di Polistena Tripodi,il Preside Mileto,il Senatore Fabio Auddino.Ma l’intervento che ha raccolto la maggiore attenzione dei presenti, è stato quello del Dottore Vincenzo Amodeo ,responsabile di Cardiologia-Utic che ha denunciato come,attraverso un attacco alla sua persona si è tentato di snaturare il ruolo dell’Ospedale.
Aldo Polisena segretario dell’Associazione Progetto Città della Piana ha affermato che sono scaduti i sessanta giorni che il Presidente Occhiuto aveva chiesto per risolvere la questione del personale e l’ospedale sta chiudendo.
Armando Foci Presidente di Città della Piana,ha invitato i Sindaci a ritrovare una unità di intenti e Nuccio Azzarà, del Sindacato UIL ha posto l’accento sui medici e sindacalisti “imboscati” che non fanno il loro dovere.
Dopo diversi interventi i responsabili del Comitato,Marisa Valensisi,Francesco Nasso,Francesco Trimarchi e Marcello Cordiano hanno annunciato una manifestazione a Catanzaro davanti al palazzo della Regione.
Polistena 23 Luglio 2022 Aldo Polisena