NASCE ASSOTARTUFAI CALABRIA: DOMANI 18 NOVEMBRE LA PRESENTAZIONE A CATANZARO NEL CORSO DELLA “VI TAVOLA ROTONDA SUL TARTUFO DI CALABRIA”

Sviluppo, valorizzazione, opportunità: è su questi temi che si confronteranno i cavatori e gli amanti del tartufo per la VI Tavola rotonda sul Tartufo di Calabria. Appuntamento previsto per venerdì 18 novembre, alle ore 17, a Catanzaro, presso la sede di “Cucineddha” (Cucinella aps) in piazzetta Sant’Angelo, nel centro storico della città capoluogo.
In occasione del Tavolo tematico, sarà ufficialmente costituita e presentata al pubblico ed alla stampa la Sede regionale di Assotartufai Calabria, l’Associazione nazionale più rappresentativa nel mondo del tartufo.
I saluti sono affidati al presidente nazionale di Assotartufai, Riccardo Germani, ed al tesoriere nazionale, Antonella Montelli. oltre che al Sindaco di Catanzaro, prof. Nicola Fiorita.
Interverranno, oltre al presidente nazionale, anche il Prof. Giovanni E. Agosteo, Direttore del Dipartimento di Agraria dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, il prof. Giuseppe Caruso, del Dipartimento di Agraria della Mediterranea e dell’Istituto Tecnico Agrario “V. Emanuele II” di Catanzaro, il prof. Alberto Carpino, anch’egli dell’Istituto Tecnico Agrario “V. Emanuele II” di Catanzaro, ed il micologo Teodoro Gigliotti. Le conclusioni sono affidate al dott. Nicola Cirillo (Regione Calabria).
Sarà eccezionalmente presente all’evento anche Renato Tomassetti, il tartufaio più anziano e più rappresentativo d’Italia.
A fine lavori sarà costituita Assotartufai Calabria con la contestuale nomina del Presidente e del Direttivo. Gran chiusura con il piatto tipico catanzarese, ‘u morzeddhu.
Assotartufai (www.assotartufai.it) o Associazione Nazionale Tartufai Italiani nasce per rappresentare tutti i tartufai della Penisola. L’Associazione è presente al tavolo di filiera del Ministero delle attività agricole e forestale con una propria delegazione e si batte a difesa esclusivamente degli interessi dei tartufai e del rispetto della natura.
Grazie ad una fitta rete di collaboratori scientifici, Assotartufai può oggi diffondere a chi si vuole approcciare a questo splendido mondo naturale e prelibato tutti gli elementi utili per diventare in primis amanti della natura e dei propri cani e, in seguito, cavatori di tartufi, condividendo lo stesso spirito. Assotartufai si sviluppa nelle proprie sedi regionali per dare più forza e tutela al Tartufo Italiano, ed in particolare si costituisce oggi in Calabria per valorizzare e diffondere il tartufo calabrese, il già conosciuto nero ed il prelibato e sorprendente tartufo bianco calabrese.
Al dibattito sono invitati a partecipare tutti i cavatori di Calabria e gli appassionati di tartufo.