Primo Premio Nazionale per i ragazzi del Progetto di Sicurezza Stradale del Liceo Scientifico “Guerrisi”di Cittanova

Il Progetto di sicurezza stradale, fortemente voluto e realizzato dall’associazione “Teodoro Naso-Tango November” presieduta dalla prof.ssa Antonella Naso , ha portato alla vittoria i ragazzi del Liceo Scientifico “Guerrisi” di Cittanova con la canzone inedita “Ricordati di sorridere”.
Primo premio nazionale, su oltre sessanta scuole partecipanti in Italia, assegnato dalla giuria dell’associazione “Di.Di.Diversamente Disabili” e OCTO Telematics sul tema “Non buttate via la vita in un secondo”, agli studenti che, in modo originale e non convenzionale, si sono distinti per la loro unicità.
Il percorso formativo, durato tre mesi, ha avuto come protagonisti le attività della Teodoro Naso-Tango November, la quale nata in seguito alla scomparsa di Teodoro, fratello della prof.ssa Naso, docente del Liceo Guerrisi, si occupa da anni di sicurezza stradale, e le lezioni virtuali della “Di.Di.Diversamente disabili” con protagonisti piloti motociclisti (Emiliano Malagoli, Omar Bortolacelli, Luca Zavatti, Chiara Valentini) che partecipano ai campionati mondiali ed europei paralimpici.
Grande soddisfazione è stata espressa dalla Dirigente Scolastica dott.ssa Clelia Bruzzì e dai docenti Naso Antonella, Sergio Zappone, Minniti Elisa e Adriana Forestieri.
Entusiasti i ragazzi che, per l’idea e per i contenuti, hanno conquistato la giuria.
Si tratta di Carmelo Bovalina (alla voce), Giulia Cavallaro (autrice del testo), Lorenzo Vaticano (alla chitarra), Stefano Nucifora (al pianoforte), Giuseppe Siciliano (al basso), Giuseppe Malivindi (alla batteria), i quali hanno registrato la loro canzone presso lo studio di incisione Artetica, del musicista Riccardo Anastasi, di Rizziconi.
Premiata anche l’allieva Marafioti Gaia che ha realizzato un realistico disegno raffigurante un incidente stradale.
L’associazione “Teodoro Naso-Tango November” ha consegnato un’originale targa a tutti i partecipanti ringraziandoli per aver contribuito a ricordare, sensibilizzare e responsabilizzare.
Diploma di vittoria per il primo posto conquistato e un etilometro agli studenti vincitori da parte dell’associazione “Di.Di.Diversamente Disabili”.
La famiglia Naso continuerà a ricordare Teodoro e a lottare, per rendere consapevoli che sulla strada si è responsabili della propria vita e di quella degli altri, nonché per evitare che un dolore così terribile, legato alla perdita di un familiare o al rischio di acquisire una disabilità, possa colpire altre vittime o famiglie.
Caterina Sorbara