Oppido Mamertina: Ordinati due nuovi diaconi

Domenica 24 gennaio nella Cattedrale-Santuario di Oppido Mamertina, alla presenza del clero diocesano, dei numerosi fedeli; delle autorità civili e militari; nella solenne Concelebrazione Eucaristica, presieduta dal vescovo della diocesi Oppido Mamertina-Palmi, Mons. Francesco Milito sono stati ordinati diaconi: Domenico Sorridente della Parrocchia “San Francesco di Paola” di Gioia Tauro, Oratorio Centro giovanile Salesiani e Vincenzo Condello della Parrocchia di Santa Teresa di Gesù Bambino di Cannavà.
Mons. Francesco Milito nella sua omelia, si è soffermato sull’importanza della Parola che “deve identificarsi in una relazione di collaborazione.
La Parola è conversione, è vita, è fede. Gesù stesso è la parola”
Continuando Mons. Milito ha ricordato che la Domenica è essa stessa Parola di Dio, giorno di scuola della Parola che non ammette assenze.
L’eucarestia è parola di Dio e il consacrato non deve mai abbandonare la Parola.
Subito dopo, ha detto “Il diacono è chiamato a diventare Padre come San Giuseppe”
Il ministero del diaconato richiama il concetto di servizio.
Il carisma proprio del diacono, e cioè la sua specifica grazia sacramentale, è quello di essere animatore del servizio non solo all’altare ma in tutti gli ambienti dove gli uomini vivono.
Infine Mons. Francesco Milito ha ringraziato la famiglie di Vincenzo e Domenico e tutti quelli che li hanno aiutati e guidati nel corso della loro formazione.
Dopo l’imposizione delle mani, la preghiera consacratoria, i riti esplicativi, la Liturgia Eucaristica e i riti di Comunione; i 2 nuovi diaconi non senza emozione, hanno ringraziato Dio per il dono della vocazione, Mons. Francesco Milito giuda sapiente e amorevole e tutti quelli che li hanno accompagnati nel corso del loro cammino.
Caterina Sorbara