A Cinquefrondi Ciak…Formazione e legalità

Si è svolta qualche giorno fa nell’aula Consiliare del Municipio di Cinquefrondi, a conclusione di un percorso di educazione alla legalità, la simulazione di un processo penale a carico di minori.
Lo scopo del progetto, fortemente voluto e organizzato dal tribunale dei Minori di Catanzaro e curato dall’associazione “Ciak…Formazione e Legalità”, in collaborazione con il M.I.U.R.- Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria, è quello di far avvicinare gli studenti agli Istituti ed alle procedure adottate dalla Giustizia Minorile , contribuendo significativamente allo sviluppo della cultura, della legalità e della cittadinanza attiva, promuovendo occasioni di collaborazione inter istituzionali, offrendo agli alunni, e ai gruppi di classe che aderiscono all’iniziativa, opportunità concrete di sperimentare nuovi percorsi di conoscenza e sviluppo del sé.
La scuola secondaria di I Grado di Cinquefrondi, magistralmente guidata dalla dott.ssa Gioconda Saraco, ha aderito all’iniziativa che, in una prima fase, ha svolto attività di formazione in classe su diverse tematiche tra cui bullismo, cyberbullismo e uso di sostanze stupefacenti.
Il progetto è stato curato dalla prof.ssa Domenica Di Tommaso, referente dello stesso e dalle docenti Elena Quaranta e Caterina Condoluci, coinvolgendo gli alunni che , in veste di attori, hanno simulato un processo, nel rispetto delle regole processuali, alla presenza di giudici e avvocati esperti, quali la dott.ssa Roberta Mallamaci e Sabina D’Alessandro.
Il progetto ha coinvolto ragazzi di tutte le classi della Scuola secondaria di Cinquefrondi, privilegiando la valorizzazione delle differenze, l’inclusione, l’integrazione e la socializzazione.
La simulazione, che generalmente si svolge in un vero tribunale dei minori, viste le restrizioni dovute alla pandemia, si è svolta, su proposta del Sindaco, Avv. Michele Conia, nella Sala Consiliare, divenuta per un giorno un’aula di tribunale, alla presenza della Dirigente dell’Istituto Comprensivo Anoia- Giffone-F. Della Scala di Cinquefrondi, dell’assessore all’Istruzione Roberta Manfrida e del Comandante della locale Stazione dei Carabinieri Dott. Tommasini.
Caterina Sorbara

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


*Riprova