“La pazzia di Orlando”, il cunto siciliano di Orazio Alba in scena a Reggio CalabriaTre appuntamenti in città per la rassegna teatrale del CTM diretto da Domenico Pantano

Il cartellone del Centro Teatrale Meridionale, diretto da Domenico Pantano per il programma ReggioFest del Comune di Reggio Calabria dedicato allo spettacolo dal vivo, si arricchisce anche di eventi dedicati alle famiglie. Adatto al pubblico di bambini e adulti, infatti, lo spettacolo “La pazzia di Orlando”, di e con Orazio Alba, prodotto dall’Associazione Culturale Teatrale “La Rosa di Gerico”, andrà in scena martedì 13 dicembre presso l’Oratorio Don Bosco di Gallico, mercoledì 14 presso l’Auditorium Lucianum e giovedì 15 presso l’Auditorium S. Maria della Neve in Riparo a Cannavò. I tre appuntamenti, disseminati su tutto il territorio cittadino, avranno inizio alle ore 18.00. “La pazzia di Orlando”, liberamente tratto dall’Orlando furioso di Ludovico Ariosto, nasce dallo studio dei canti e dallo sviluppo di alcuni di essi per la costruzione di un’affascinante e surreale storia. La rappresentazione racconta del valoroso Orlando e di come per amore della bella Angelica perdette il senno, delle diverse imprese da lui compiute in questo periodo di follia e di come Astolfo a cavallo del suo ippogrifo giunse sulla luna, dove tutto ciò che si perde sulla terra si ritrova, prese il senno di Orlando e lo rinsavì. Orazio Alba costruisce la narrazione in chiave comica e contemporanea, con un tamburo e due luci. Il famoso episodio del poema di Ariosto, un classico della tradizione “cuntista” siciliana, viene rivisitato e innovato, con l’accompagnamento di una suggestiva colonna sonora, ricca delle sonorità mediterranee della tradizione siciliana, composta ed eseguita dalla pianista Daniela Parisi. La rappresentazione non ha il solo fine di divulgare il poema cavalleresco, ma si presenta come un attento studio che porta a conoscenza degli spettatori il percorso narrativo utile alla costruzione di racconti. Per questo motivo allo spettacolo segue anche un breve laboratorio sulla “tecnica” narrativa del “cunto” siciliano. Le proposte dedicate alle famiglie della rassegna CTM proseguiranno poi il 21 dicembre con lo spettacolo di burattini “Zampalesta” di e con Angelo Gallo, in un doppio appuntamento: la mattina all’Istituto Giuseppe Moscato plesso Oliveto, e il pomeriggio all’Oratorio “Don Bosco” di Gallico. Lo stesso spettacolo sarà replicato poi presso l’Auditorium “Zanotti Bianco” il 28 dicembre. Pensato per il pubblico di tutte le età anche il celebre spettacolo dell’opera dei pupi dei Fratelli Napoli “Il duello di Agricane e Orlando”, in programma il 30 dicembre sempre all’Auditorium “Zanotti Bianco”. Il programma del Centro Teatrale Meridionale per Reggio Fest non si ferma qui, nuovi e imperdibili appuntamenti di grande prestigio saranno proposti nelle prossime settimane, per arricchire e rendere ancora più magica questa brillante fine dell’anno nella città dello Stretto.

Reggio Calabria, 11 dicembre 2022
Ufficio stampa
Centro Teatrale Meridionale