La “Pastasciutta Antifascista di Casa Cervi”
di venticinqueaprile AMPA a Reggio Calabria
con la partecipazione di Adelmo Cervi

Anche quest’anno venticinqueaprile AMPA ha dato appuntamento presso “La Fattoria Urbana” di Catona per aderire all’iniziativa della rete delle “Pastasciutte Antifasciste” promossa dall’Istituto Alcide Cervi. L’evento, preceduto da un’assemblea precongressuale, ha riunito gli associati e i simpatizzanti AMPA attorno a una storia che parte dalla fine, quella dei sette fratelli Cervi e di Quarto Camurri. Le cronache dell’epoca ricostruiscono l’eccidio a partire dallo sparo unisono che alle 6,30 del 28 dicembre 1943 falciò al Poligono di Tiro di Reggio Emilia le vite di Gelindo, Antenore, Aldo, Ferdinando, Agostino, Ovidio ed Ettore, insieme al compagno di lotta di Guastalla.
A 79 anni dal 25 luglio 1943, data in cui la famiglia Cervi festeggiò la destituzione e l’arresto di Benito Mussolini offrendo la pastasciutta a tutti i presenti nella piazza della vicina Campegine, sono state oltre 200 le Pastasciutte Antifasciste organizzate in Italia e nel mondo registrate nell’elenco ufficiale di Casa Cervi. Un evento che non è sfuggito ai tanti tesserati che stanno sempre più ampliando le fila della neo-associazione che in poco tempo si avvicina alla soglia dei cento iscritti e continua a promuovere iniziative di respiro regionale e nazionale sui temi che stanno alla base della Costituzione, dei diritti umani e dei principi su cui si fonda il pensiero antifascista.
Durante la serata, un momento di grande coinvolgimento, condiviso da tutti i partecipanti, ha avuto come protagonista Adelmo, terzogenito del partigiano Aldo Cervi. Adelmo ha espresso il suo partecipato apprezzamento all’AMPA per aver, ancora una volta, aderito all’iniziativa di Casa Cervi e, nel corso di una breve video-conferenza, ha ricordato i sette fratelli e l’amico guastallese, barbaramente trucidati dai nazifascisti.
“È straordinario – ha affermato Sandro Vitale ai microfoni di Reggio TV – essere riusciti a organizzare tanti eventi di rilievo in pochi mesi dalla fondazione di venticinqueaprile AMPA, impegnata a portare avanti iniziative basate sull’antifascismo e sulla piena realizzazione dei valori costituzionali, a partire proprio dal Mezzogiorno”. E sulle note di “Bella ciao” si è conclusa una serata conviviale che ha abbracciato coralmente i principi di libertà, democrazia, giustizia, eguaglianza, solidarietà e pace, che hanno animato tutti coloro che hanno combattuto e perso la vita nella Resistenza contro il nazifascismo.
Reggio Calabria, 26 Luglio 2022
venticinqueaprile Associazione Meridionale di Partigiani e Antifascisti
Il Comitato Direttivo