La Metrocity omaggia il campione reggino di kick boxing Filippo Rosace

Il sindaco facente funzioni Carmelo Versace ha consegnato un riconoscimento al giovane atleta reggino categoria juniores che ai prossimi mondiali di Jesolo vestirà la casacca azzurra

La Città Metropolitana ha consegnato un riconoscimento al giovane kickboxer Filippo Rosace, campione d’Italia ai Campionati nazionali di kick light categoria juniores 69 chili e che, ai prossimi mondiali di Jesolo, vestirà la casacca azzurra.
«E’ con orgoglio – ha detto il sindaco facente funzioni, Carmelo Versace – celebrare una piccola grande stella dello sport reggino che, nel distinguersi come eccellenza in una delle discipline di combattimento più antiche, porta in alto il nome del nostro territorio».

Nel corso di un incontro negli uffici di Palazzo Alvaro, Versace ha consegnato una targa all’atleta dell’Asd Dekaju Kombat per sottolinearne le doti e per apprezzare il lavoro svolto dal responsabile dell’associazione sportiva, Demetrio Rosace, e dal maestro Robert Bogdan.

«Con i suoi 16 anni – ha aggiunto l’inquilino di Palazzo Alvaro – Filippo Rosace ha davanti ancora tanta strada per migliorarsi e conquistare nuovi ed esaltanti traguardi. Questo successo, dunque, è un buon punto di partenza che potrà trovare conferme, ce lo auguriamo tutti, già a partire dai Campionati del mondo del prossimo 30 settembre. Per quell’occasione, Filippo Rosace, avrà una marcia in più sapendo di poter contare sul supporto di Reggio Calabria e dell’Italia intera».

«Serietà, disciplina, concretezza, dedizione e piedi ben piantati per terra – ha concluso il sindaco facente funzioni – sono le qualità che ho imparato a riconoscere in Filippo che, ancora adolescente, ha ben chiari i propri obiettivi. La sua è una testimonianza positiva, un esempio ed un vanto per la Città Metropolitana, nella sua attività, esalta e sostiene i tantissimi ragazzi e le tantissime ragazze che rappresentano una gioventù sana e, nello sport, ritrovano quei valori e quegli stimoli indispensabili per la costruzione di una società migliore».