La Comunità di Rosarno saluta Suor Marinella Gioia

La città di Rosarno nel settembre del 2016,ha accolto la direttrice dell’Istituto Figlie di Maria Ausiliatrice , Suor Marinella Gioia.
Suor Marinella sin dal suo arrivo ha fatto risplendere il carisma salesiano non solo tra le mura dell’Istituto FMA, ma anche con i cooperatori, le ex allieve e la comunità educante.
È stata il motore della scuola dell’infanzia e cofondatrice del micronido insieme ad un team eccezionale.
Forza ricreatrice dell’oratorio, che da sempre accoglie i ragazzi di ogni realtà rosarnese, anche nei tempi in cui il Covid, sembrava voler cancellare ogni iniziativa per il bene comune.
Suor Marinella Gioia è stata faro, punto di riferimento, non con superficialità , ma con la Preghiera, con il suo essere Figlia di Maria Ausiliatrice, salesiana di Don Bosco e di Madre Mazzarello .
”Non si dà vita cristiana senza vita spirituale!”.
E suor Marinella ha continuato a curare l’essenziale per lei e per chi il Signore ha messo sulla strada, prendendosi cura dei bambini del catechismo e dei loro genitori o incontrando gli alunni delle scuole, dove raccontava con preghiere e canti di Don Bosco e di Madre Mazzarello.
Lo ha fatto in modo magistrale durante il mese di Maggio con la comunità parrocchiale nella Chiesa del Santo Rosario.
Ha camminato per le vie del paese per incontrare i ragazzi e coinvolgere loro e le famiglie in un cammino di fede. Ha costruito relazioni. Ha creato comunione. Nessuno è passato da lei senza essere ascoltato, consolato, accolto, ma soprattutto amato, incoraggiato. Ha dato fiducia a tutti senza distinzione di ceto sociale. Ha vissuto insieme alla comunità di Rosarno il tempo in cui è tutto connesso, rifiutando la cultura dello scarto.
Suor Marinella Gioia, con la sua testimonianza , ha fatto leggere una delle pagine più belle dell’ultimo Vangelo, quello che ognuno di noi dovrebbe scrivere con la propria vita!
Suor Marinella è stata trasferita a Taranto, ma la Comunità di Rosarno non la dimenticherà mai, lascia una scia di luce e di amore, la luce particolare e unica del Carisma salesiano.

Caterina Sorbara