Strepitoso Aliano 2° a Canosa con gli juniores

Mai come quest’anno così simbolico il nome del Memorial Fontana, il “Gran Premio di Apertura” è stato quanto di più beneaugurante il ciclismo pugliese possa desiderare, grazie alla minuziosa opera della Canusium Bike. Appuntamento giunto alla quinta edizione sull’ormai tradizionale circuito cittadino di 6,4 km, quello che, come il nome suggerisce, si colloca di solito a inizio stagione, ma che le circostanze hanno voluto in un caldo e assolato mese di maggio.

Canosa di Puglia, la città del compianto dottor Michele Fontana, farmacista, filantropo e cultore dello sport classe 1936 scomparso quattro anni fa, è tornata ad abbracciare i ragazzi della categoria juniores dopo un anno di forzata assenza dalle scene.
Organizzazione guidata dal vulcanico Vito Pagano con un ospite d’eccezione, il presidente nazionale della Federciclismo Cordiano Dagnoni, che ha scelto la Puglia pur nel giorno in cui il Giro d’Italia transitava per le “sue” strade di casa. Dagnoni, che ha dato il via alla corsa – 14 giri per un totale di 89 km e 1500 metri di dislivello – ha in realtà capitanato un lungo e prestigioso parterre di autorità presenti, a cominciare dal presidente di Confindustria Puglia e Albania Sergio Fontana, al sindaco di Canosa Roberto Morra e a numerosi amministratori locali del territorio.

Nervosa, veloce e selettiva come da aspettative, dal punto di vista agonistico la corsa di Canosa si è conclusa con la vittoria magistrale del campano Giuliano Santarpia (CPS Professional), che in una lunga volata a due ha regolato Pietro Antonio Aliano (Ciclo Team Laerte), finalizzando così un tentativo di fuga sbocciato a più riprese e resosi difficilmente gestibile da un gruppo decimato dalla selezione (dei 110 partenti solo in 27 hanno visto il traguardo).

Sul terzo gradino del podio, vincitore dello sprint di gruppo sull’ascesa di via Kennedy, sale il biscegliese Ettore Loconsolo, in quota Vini Fantini Sportur Freebike. L’ordine di arrivo di Canosa premia i più bravi a finalizzare ma anche i più generosi, protagonisti della fuga decisiva che ha animato la corsa negli ultimi 5 dei 14 passaggi (con l’eccezione del giro 13, in cui il gruppo è tornato momentaneamente compatto). Lo dimostra anche la speciale classifica dei traguardi volanti, che sono stati ad appannaggio di Aliano (giri 9 e 12) e Loconsolo (giri 10 e 11). Nelle fasi iniziali di gara gli sprint intermedi erano stati vinti da Kalmykov (giri 3 e 7) e da Stissi (giro 5). Gli ultimi 4 traguardi volanti sono stati omaggiati da un premio in denaro offerto da Cicli Eurobike di Maurizio Carrer. Ottimo il 7° posto di Michele Depalma, primo dei portacolori della plurima Team Bike Terenzi Eurobike, al primo piazzamento stagionale.

Questa la top ten del 5° GP d’Apertura – 2° Memorial Fontana:

  1. SANTARPIA GIULIANO (CPS Professional Team) – 89,6 km in 2h09’35” alla media di 41,437 km/h
  2. ALIANO PIETRO ANTONIO (Ciclo Team Laerte) – ST
  3. LOCONSOLO ETTORE (Vini Fantini-Sportur-Free Bike) a 3”
  4. GIULIANA GIUSEPPE (G.S.C.D. Almo) – ST
  5. COCCIA MICHELE (CPS Professional Team) – ST
  6. SCIORTINO CARLO (Il Pirata Professional Team) – ST
  7. DEPALMA MICHELE (Team Bike Terenzi-Eurobike) – ST
  8. FERRI FABRIZIO (Velosport Ferentino Cycling Team) – ST
  9. SPADA ANTONIO (Fontanafredda Sicilia) – ST
  10. VANACORE PATRICK (Uc Giorgione Ven Cam) – ST
  1. La corsa secondo Aliano

«È stata una bella gara e tirata, ho l’amaro in bocca per non aver vinto, ci è mancato davvero poco – spiega il portacolori del Ciclo Team Laerte Pietrantonio Aliano – ma le sensazioni sono buone, ci ho provato e tornerò a provarci alla prossima. Avere una squadra alle spalle è molto importante, oggi purtroppo eravamo solo in due e quindi la gestione è stata più complessa, ma quando la gamba gira le buone possibilità arrivano da sole». Ad Aliano il plauso di una sagace lettura della corsa e di un’ottima gestione delle risorse.

Fuori dai giochi per una caduta il favorito dal pronostico e portacolori del Team Bike Terenzi Eurobike Vittorio Carrer, che ha affrontato il Memorial Fontana con le insegne di campione regionale pugliese in carica.
Scroscio di applausi per l’organizzazione firmata Canusium Bike, in grado di portare a compimento una manifestazione di alto livello in un periodo di certo non facile, di garantire sicurezza sul percorso e un grande e spettacolo. Un buon auspicio! E che (ri)apertura sia!