Incontro tra Confcommercio ed il Comune di Reggio Calabria su mobilità, tassazione locale e caro energia. Labate: “incontro cordiale ma adesso urgono risposte”

Quattro i punti salienti sui quali si è incentrato l’incontro con l’Amministrazione comunale svoltosi nei giorni scorsi, richiesto da Confcommercio, al quale hanno preso parte gli Assessori Comunali ai Tributi e alle Società comunali, Francesco Gangemi, alle Attività Produttive, Angela Martino, alla Polizia Municipale Giuggi Palmenta ed i rappresentanti di Confcommercio.
Il Presidente Lorenzo Labate ed il Direttore Fabio Giubilo, alla luce delle criticità evidenziate da tutte le categorie in seno a Confcommercio, hanno formalmente presentato un documento attinente le priorità che investono le attività del commercio ed in merito alle quali, nell’ottica della condivisone e della proficua collaborazione, si confida in risposte rapide e risolutive da parte dell’Amministrazione comunale.
“In un momento in cui si rende più che mai importante fornire segnali di attenzione e di vicinanza rispetto alle esigenze dei commercianti – dichiara il Presidente Labate –un segnale positivo è stato sicuramente la presenza al tavolo di tre componenti della Giunta comunale ai quali abbiamo avuto modo di illustrare specifiche richieste relative a caro energia; tributi locali; sosta in centro; iniziative di promozione del territorio anche in vista delle festività natalizie”. Queste le istanze presentate dall’Associazione dei Commercianti, volutamente limitate a temi sui quali l’amministrazione comunale ha potere di incidere:
Sul caro energia:

  • verifica della possibilità di storno dei fondi che ancora residuano sul Bando Economia Circolare (già scaduto e prorogato al 12 dicembre) su interventi una tantum in favore delle imprese a copertura del costo bolletta luce e gas laddove aumentato rispetto all’anno precedente almeno dell’80%
  • utilizzo di fondi specifici finalizzati ad assicurare aiuti economici agli imprenditori delle categorie più colpite per pagamenti bollette luce e gas
    Sui tributi locali:
  • intervento urgente di dilazione / rateizzazione degli avvisi di pagamento
  • intervento urgente di dilazione / rateizzazione cartelle di pagamento Hermes
  • riduzione delle tariffe ex Tosap per i pubblici esercizi (già richiesto a febbraio us) sfruttando la facoltà per i comuni di prevedere l’esenzione o la riduzione del canone data dall’art. 10 ter dl 21 marzo 2022, n. 21 convertito con modifiche a maggio 2022 (l. 51/22)
  • possibilità per i pubblici esercizi di definizione ridotta e agevolata del pagamento delle somme ex Tosap per i mesi trascorsi (a decorrere da aprile us) durante il quale si è operato all’interno di un quadro regolatorio non chiaro
    Su sosta in centro:
  • intervento agevolativo per gli imprenditori, titolari di attività che operano in area centro città o, comunque, aree con sosta tariffata rispetto alle tariffe ordinarie (sulla scia di quanto già previsto per residenti e, in misura ridotta, per alcune categorie di Lavoratori operanti all’interno della ZPRU di Reggio Calabria)
  • intervento in favore dei clienti su nuove modalità di sosta negli stalli a pagamento con l’obiettivo di incentivare l’avvicinamento alle aree centrali dell’utenza garantendo la giusta “rotazione” (30 minuti sosta gratuita – disco orario)
    Su iniziative di promozione del territorio:
  • supporto e condivisione operativa relativamente a tre progetti/iniziative formalizzate da Confcommercio:
  1. Reggio Città Museo. Progetto di animazione e valorizzazione del territorio da svolgere in sinergia con Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, Comune di Reggio Calabria, CCIAA, Città Metropolitana
  2. Commercianti al Centro. Progetto – collegato ad iniziativa dell’Amministrazione – a favore degli imprenditori utile a creare le condizioni per una più agevole raggiungibilità della sede di lavoro e, comunque, facilitare gli spostamenti in Centro Città
  3. Natale Via x Via. Progetto utile a supportare il tessuto economico locale offrendo agli imprenditori un sostegno concreto per realizzare iniziative di decoro delle vie commerciali nel periodo natalizio con modalità “etiche” condivise/coordinate con l’Amministrazione comunale
    Tutte le questioni portate al tavolo sono di fondamentale importanza per i commercianti e il Presidente Labate assicura che “come Confcommercio proveremo a dare il nostro contributo sicuramente sugli interventi proposti assicurando comunque massima collaborazione su eventuali altre iniziative che vadano nella medesima direzione. Ci auguriamo che l’Amministrazione condivida la linea della concretezza che stiamo provando a portare avanti e che si riesca a lavorare in sinergia perché questo è il momento di spendersi al massimo per supportare le imprese. In ogni caso – assicura Labate – noi faremo la nostra parte”.
    Con specifico riferimento alla questione tributi, Confcommercio chiarisce che l’obiettivo dell’interlocuzione con l’Amministrazione è stato, ancora una volta, provare a fare “toccare con mano” le ragioni che rendono indispensabile un intervento, legate al particolare momento storico che vede i commercianti travolti da una moltitudine di pagamenti, bollette, rientro delle esposizioni debitorie maturate durante il periodo covid, caro materie prime.
    “Siamo consapevoli – dichiara Labate – che l’amministrazione non può omettere l’attività di riscossione. Noi, tuttavia, abbiamo chiesto che in questa fase la procedura venga svolta nella maniera più equilibrata e più etica possibile. Sarà prestata la massima attenzione – questo l’impegno assunto dall’amministrazione nel corso della riunione – nei solleciti di pagamento che pure dovranno necessariamente essere inviati anche per ovviare il maturare dei termini prescrizionali ed il configurarsi di ipotesi di danno erariale, evidenziare le possibilità concesse al contribuente di rateizzazione a 72 mesi o di richiesta avvio procedura di mediazione. E dare quanto più possibile risalto a queste possibilità. Anche sul differimento/rateizzazione dei tributi dell’anno corrente, sui quali l’amministrazione non ha al momento offerto aperture, abbiamo chiesto un indispensabile approfondimento”.
    “Il motivo per il quale insistiamo sulla necessità di interventi ulteriori rispetto all’ordinario – continua il Presidente di Confcommercio – è evitare che il commerciante percepisca la ricezione dell’avviso di pagamento, pure dovuto, come l’ennesima vessazione laddove l’obiettivo in questa fase dovrebbe essere rimanere più possibile vicini agli imprenditori aiutandoli a superare le criticità del momento, in attesa degli interventi su scala nazionale che dovranno essere immediatamente adottati dal nuovo Esecutivo”.
    Gli Assessori Gangemi, Martino, Palmenta, per quanto di competenza, hanno preso atto delle osservazioni di Confcommercio manifestando disponibilità e condivisione riguardo le ragioni alla base delle richieste formulate che dovranno essere necessariamente approfondite in successivi incontri.