Il Puglia Cross “Città di Noci” venerdì 23 dicembre sarà Campionato Intersolidale e apertura del Giro Regioni Ciclocross nel nome dell’amicizia e della continuità

Un’avventura si è appena conclusa e un’altra è ponta sul trampolino di lancio. Dal cilindro a cappello quasi-senza-fondo dell’ASD Romano Scotti è spuntata una nuova creatura, nella vigilia della finale di GIC di Gallipoli. Archiviata la 14esima edizione è il momento di lascia spazio a una nuova avventura tra le peculiarità crossistiche d’Italia, il Giro delle Regioni Ciclocross. Due tappe per questa prima edizione sperimentale, che vedrà l’avvio venerdì 23 dicembre – antivigilia di Natale – in Noci, nell’affascinante Valle d’Itria in Terra di Bari valida come Puglia Cross e Campionato Intersolidale, e si concluderà nel tempio italiano del ciclocross del nuovo millennio, l’Ippodromo di Roma Capannelle, l’8 gennaio. Il Giro delle Regioni Ciclocross ha carattere sperimentale e segue il medesimo regolamento del GIC (con la sola differenza del numero di tappe). Invariato quindi il sistema di punteggi.
In piena sintonia con il Giro delle Regioni Ciclocross, il cui acronimo è GRC, vi è il neonato Challenge del Puglia Cross, distico di due gare nazionali in terra pugliese ideato dall’eclettico e mai domo Giuseppe Marzano, storico presidente della Scuola di Ciclismo Franco Ballerini.
Una manifestazione che prima non c’era e che grazie all’impegno della Scuola di Ciclismo Franco Ballerini di Bari, consolidata e pluripremiata realtà del territorio porta alto il nome della Puglia nell’universo nazionale della disciplina ciclistica invernale più apprezzata. Riconosciuto dalla Regione Puglia come “grande evento sportivo” e meritevole quindi di un finanziamento da parte dell’Assessorato regionale allo sport per tutti, il Puglia Cross si compone anch’esso di due tappe, con quella di apertura coincisa con la conclusione del Giro d’Italia Ciclocross in terra salentina. È nata, insomma, una vera e propria catena del ciclocross, che di ultima tappa in prima andrà a connettere GIC, Puglia Cross e Lazio Cross in un continuum caratterizzato dal grande spirito di abnegazione, professionalità ed esperienza e un’elevata qualità negli eventi proposti.
La Puglia continua quindi ad essere protagonista del ciclocross nel momento clou della stagione, quando tutti i migliori sono pronti col colpo in canna e lo fa con due manifestazioni di interesse nazionale che nel breve volgere di 5 giorni concentrano sul tacco dello Stivale tutte le attenzioni degli appassionati e della stampa specializzata.
Lo staff dell’ASD Romano Scotti, in piena sinergia con la Scuola di Ciclismo Franco Ballerini, con la quale i rapporti sono sempre più saldi, è rimasto in terra Pugliese, spostandosi dal Salento alla Valle d’Itria, dove questa mattina ha cominciato le operazioni di tracciamento del percorso della “Coppa Città di Noci” – 2^ tappa Puglia Cross e Apertura Giro delle Regioni Ciclocross”, valido soprattutto come Campionato Intersolidale Ciclocross, una sfida che ritorna sulle scene dopo tantissimi anni di assenza.
Negli spazi verdi attorno alla Piscina Otrè Wellness Club Wellness Club (Via Zona B 39/F Contrada, Via Montedoro), che logisticamente ospita l’evento, sotto gli iconici alberi d’ulivo pugliesi da poco liberi del prezioso carico d’olive, i tracciatori sono al lavoro per disegnare un percorso spettacolare e ricco di insidie come da stile dell’ASD Romano Scotti, mentre tutte le operazioni di segreteria si svolgeranno direttamente la mattina della gara, con verifica licenze aperta sino a un’ora prima di ciascuna partenza, presso il Ristorante Puntoverde in Noci (SP 116 per Castellaneta Km 0,800).
«Le belle amicizie crescono pian piano, un po’ alla volta si guadagna reciprocamente fiducia. Ci siamo conosciuti a Mattinata lo scorso anno e con Scotti abbiamo imparato ad apprezzarci sempre più – spiega Giuseppe Marzano, presidente del comitato di tappa e ideatore del Puglia Cross – così da una tappa nel 2021 siamo arrivate a due consecutive nel 2022, riuscendo ad accreditarci presso la Regione Puglia che ha voluto fortemente sostenere questa iniziativa, caratterizzata dal forte impatto destagionalizzante sul turismo. Il ciclocross è purtroppo ancora una disciplina prettamente nordica, ma la Puglia è un’eccellenza nel settore, organizzativo e agonistico, sin dai tempi di Vito Di Tano. Quindi quando si organizza un bel ciclocross in Puglia si richiamano appassionati da tutta Italia, lo ha dimostrato bene Gallipoli. Una occasione straordinaria per portare visitatori oltre i mesi estivi, sposando a pieno l’ottica di destagionalizzazione del turismo in cui Regione Puglia sta credendo e soprattutto investendo. È per noi una grande responsabilità quella di aver ricevuto il finanziamento dell’Assessorato allo Sport, che onoreremo sino all’ultimo mettendo in piedi una manifestazione degna di un evento internazionale. Forza Puglia Cross, grazie ASD Romano Scotti, grazie Amministrazione Comunale di Noci per aver colto al balzo l’idea e averci appoggiati burocraticamente sin dal primissimo istante. Amici, venite in Valle d’Itria e lasciatevi incantare!».
Straordinaria l’accoglienza sul posto, a partire dalla piscina Otrè Wellness Club Wellness Club, nei cui spazi adiacenti è disegnato il tracciato. Entusiasta Gabriella Fusillo, gestore della struttura: «Sono lieta di vedere come lo sport unisca tutto e tutti a prescindere dalla diversità delle discipline e ospitare per noi di O3 questo grande evento nazionale di ciclocross è motivo di vanto e stimolo a fare sempre di più è sempre meglio. Colgo l’occasione per ringraziare gli organizzatori che hanno reso possibile tutto ciò, Giuseppe Marzano e Fausto Scotti. Da parte nostra non possiamo che fare un grande in bocca al lupo a tutti gli atleti. Viva lo sport, viva l’integrazione!».