Il “Guerrisi” abbraccia il territorio con i “Patti educativi di Comunità”

Mettere a punto idee e linee programmatiche, lavorare sulla connessione ideale e operativa tra scuola e territorio. È con questo spirito che il Liceo Scientifico “M. Guerrisi” di Cittanova, su iniziativa della dirigente scolastica Clelia Bruzzì, promuove i “Patti educativi di Comunità” per siglare alleanze territoriali tra scuole, enti locali, soggetti del terzo settore e del civismo attivo. Con un approccio partecipativo, cooperativo, solidale di tutta la comunità, i “Patti”, introdotti dal ministero per l’Istruzione, rappresentano un’occasione di dialogo con le associazioni cittadine e con l’amministrazione comunale per condividere visioni e rinsaldare un’antica alleanza, capace di valorizzare le risorse culturali e lavorare per l’inclusione, contro la povertà educativa e la dispersione scolastica. Il Liceo “Guerrisi” diventa così cabina di regia che definisce accordi, innesca processi virtuosi e favorisce il confronto di esperienze tra i diversi attori territoriali attraverso la partecipazione attiva e il coinvolgimento diretto delle famiglie. Individuando come priorità la cura e la presa in carico delle situazioni di maggiore fragilità, lavorando per rimuovere le disuguaglianze e per prevenire e contrastare la povertà educativa, l’obiettivo più importante resta la responsabilità della formazione e della crescita collettiva. «La complessità del mondo contemporaneo, a cui il sistema scolastico pubblico deve dare risposta, si arricchisce delle specificità e delle chiavi di lettura che la dimensione locale suggerisce, favorendo lo sviluppo delle capacità degli adolescenti e la crescita delle competenze di cittadinanza di tutte e di tutti», spiega la dottoressa Bruzzì. La dirigente riflette ancora sulla funzione sociale della scuola, specificando gli intenti: «Prevenire i fenomeni della povertà educativa, dell’abbandono scolastico e del fallimento formativo, e allo stesso tempo valorizzare e mettere a sistema tutte le esperienze educative e le risorse del territorio, in una stretta connessione tra l’istituzione scolastica, gli enti locali e i loro servizi, le organizzazioni del civismo attivo e del privato sociale, in relazione ad azioni di prevenzione che impediscano l’abbandono e garantiscano supporto psico-sociale nei confronti delle famiglie e degli alunni, provati dagli effetti della pandemia». Tra le attività in corso, “La via dei Poeti”, in collaborazione con l’associazione “Kalomena” e il Comune di Cittanova; “Mountain bike” e “Trekking”, in collaborazione con l’associazione “Bicittanova”; “Festa medievale in San Giorgio Morgeto” in collaborazione con l’associazione “Nuovo Mondo” di San Giorgio Morgeto; serata astronomica “La notte delle Stelle”, in collaborazione con il Planetario “Pythagoras” di Reggio Calabria e il Comune di Cittanova; progetto “La Villa comunale per immagini”, in collaborazione con l’associazione “Carlo Ruggiero” e il Comune di Cittanova; progetto Inclusione (torneo di dama, tennis, laboratorio chimico), in collaborazione con le associazioni “Cittanuova”, “AVIS”, “C.R.I.” “Tango November” “G. Marconi, R.E.S.” e “ASD Gymnasium”.