Il cimitero di Oppido Mamertina , lunedì 9 luglio, è diventato un nucleo di espansione poetica;

Il cimitero di Oppido Mamertina , lunedì 9 luglio, è diventato un nucleo di espansione poetica; un luogo in cui, per un attimo, testimonianza, memoria e pietas si sono unite per rendere omaggio a “Mastr’ Antoni ‘u poeta”, Francescantonio Colella (1871-1942).
La manifestazione di onore e di ossequio , tributata dall’ Associazione Culturale “Geppo Tedeschi”, ha voluto ricordare uno dei più espressivi poeti vernacolari calabresi, ai più sconosciuto .
Francescantonio Colella era un mastro d’ascia originario di Sant’Eufemia d’Aspromonte. Dopo il terremoto del 1908, nel quale aveva perduto la moglie, si trasferisce ad Oppido Mamertina, per motivi di lavoro, dove si risposa e continua a coltivare la sua passione per la poesia, componendo pometti di carattere politico, sociale e religioso ed intraprendendo una fitta collaborazione con la rivista cittanovese “ Albori”.
Il tributo ha registrato l’intervento di Antonio Roselli , nel quale ha esposto alcuni cenni sulla vita e l’ opera del poeta, e quello di Ciccio Epifanio che, delizioso cantore e fine narratore della memoria, ha celebrato con i suoi versi il Colella, declamando, inoltre, il poemetto inedito “O vivi , vivi, chi a lu Campusantu” dello stesso .
Al termine di una Santa Messa, officiata da don Letterio Festa, nella cappella centrale del camposanto, si è passati alla benedizione di una croce commemorativa installata nel luogo in cui sorge la sepoltura del poeta.
Nel suo intervento, Antonio Roselli, ha affermato : “Non ci resta che togliere da un oblio criminoso la produzione letteraria di un uomo che pur lavorando con la sua mannaia e con la sua scure nei boschi e nei campi, dal sorgere del sole al tramonto, ha amato religiosamente il suo lavoro e la poesia; una poesia edificante e in alcuni casi preveniente il futuro in modo mirabile”.
Tra il pubblico intervenuto si è rilevata la gradita presenza di Domenico Forgione, storico e consigliere comunale di Sant’Eufemia d’ Aspromonte, paese di origine del Colella.

L.M.