I SAMURAI EMOZIONANO IL PRINCIPATO DI TROPEA IL SINDACO: SI CONSOLIDA RAPPORTO CON GIAPPONE GRANDE SUCCESSO E UNA MASTER CLASS IN PROGETTO

TROPEA (Vv), lunedì 14 novembre 2022 – Il combattimento con la spada, la bellezza e la precisione delle arti marziali. Una master class sulla cultura samurai a Tropea. È il nuovo progetto che potrebbe nascere a breve sulla scia dello straordinario successo fatto registrare dal SAMURAI ARTIST KAMUI, guidato dal maestro Tetsuro Shimaguchi, coreografo di Kill Bill Vol.1 di Quentin Tarantino.

A darne notizia è il Sindaco Giovanni Macrì cogliendo l’occasione per ringraziare anzi tutto l’Ambasciata del Giappone in Italia con la quale si consolida – sostiene – un rapporto di grande collaborazione e di reciproca attenzione rispetto alle opportunità ed alle strade da intraprendere per rafforzare l’immagine e l’appeal di Tropea nel Paese del Sol Levante.

Promosso dall’Amministrazione Comunale e sostenuto da Valentour Incoming Calabria, l’evento che ha confermato la presenza da protagonista della destinazione turistica Tropea nel circuito degli eventi internazionali di qualità, ha fatto registrare ieri (domenica 13) il tutto esaurito a Palazzo Santa Chiara, nel cuore del centro storico.

Emozionante insieme a tutto lo spettacolo è stata anche la performance e la voce straordinaria di Mika che ha letteralmente catturato la gremita sala del S.Chiara.

Prima l’esser stati scelti come seconda tappa italiana dopo Roma del prestigioso tour mondiale previsto per il SAMURAI ARTIST KAMUI e poi il successo oltre ogni aspettativa registrato in un’ora e mezzo di arte e spettacolo di elevato livello non soltanto rappresentano – conclude Macrì – il coronamento di un’ambizione e di un impegno istituzionale portato avanti con convinzione e determinazione, ma diventano ulteriore motivo di orgoglio per l’intera comunità del Principato di Tropea.

Stamani lunedì 14 tutto il gruppo del SAMURAI ARTIST KAMUI, guidato dal maestro Tetsuro Shimaguchi è stato accolto ufficialmente dal Sindaco a Palazzo di Città che ha fatto da guida alla visita nel borgo dei borghi e che ha raccolto inoltre l’impegno, condiviso con gli artisti, di organizzare un bis dell’evento in una location più grande in modo da consentire la partecipazione di un pubblico molto più numeroso.