Giro Italia Ciclocross, domani la sfida decisiva alla maglia rosa: si corre il 4° GP Caroli Hotels – Puglia Cross. Nasce il Giro delle Regioni Ciclocross:

GALLIPOLI – Il gran finale del 14° Giro d’Italia Ciclocross sarà, domani, un’autentica capovolta. Almeno sotto il punto di vista del calendario. Alle porte del Natale, si scende in quello che è noto per essere un paradiso estivo, ma che il GIC si propone di far scoprire anche a inizio inverno. Perché le meraviglie del parco naturale Lido di Sant’Andrea e Litorale di Punta Pizzo a Gallipoli catapultano la tappa conclusiva della corsa rosa nella Koksijde italiana, tra macchia mediterranea, sabbia cristallina, pineta insidiosa e…un mare da favola. Per il Caroli Hotels Ecoresort Le Sirenè, che il Giro d’Italia Ciclocross nel Salento ha voluto e difeso, non c’è onore più grande di fare indossare le maglie rosa conclusive nel nome di Mauro Valentini. La gara sarà anche tappa del Campionato Italiano Ciclocross per società.
Un’edizione speciale, quella presentata questa sera presso la sala d’onore del Caroli Hotel Ecoresort Le Sirenè, organizzata in sinergia tra l’ASD Romano Scotti e la Scuola di Ciclismo Franco Ballerini Bari con il nome di 4° GP Caroli Hotels – Puglia Cross, godendo del patrocinio del comune di Gallipoli e del contributo della Regione Puglia, assessorato allo sport, e giungendo a meta dopo un lunghissimo ed impegnativo iter autorizzativo: il percorso di gara, disegnato tra i litorale e il Parco Protetto ha richiesto infatti particolare attenzione e un accurato rispetto di regole e prescrizioni.
UN PERCORSO TRA I COLORI DELLA NATURA – Radici, aria salmastra, insidie nel sottobosco. Dall’altra parte un prato acquitrinoso che non concede un attimo per rifiatare. E poi lei, la regina di giornata: sua maestà la sabbia bianca, elemento naturale incastonato nel parco di Torre Sant’Andrea-Lido del Pizzo che come un valente scultore saprà tirar fuori le caratteristiche migliori dei ciclocrossisti in rosa e regalerà ai pugliesi tantissime soddisfazioni in termini spettacolo, immagini che saranno poi disponibili sulle principali emittenti sportive nazionali. Tra la spiaggia di Punta Pizzo sul cristallino mare Jonio, la pineta e la macchia mediterranea e il campo di golf foriero di sorprese ci sarà un gran bel da fare per non commettere errori.
L’ASD Romano Scotti ha allestito un percorso di 2700 metri da ripetere più volte che attraversa un ex campo di volo, oggi campo da golf, una pineta, la macchia mediterranea e il tratto sabbioso, sfruttando per l’accesso al mare i sentieri già esistenti e predisposti, per minimizzare l’impatto sull’ecosistema. Un percorso completo, che compendia tutte le caratteristiche del ciclocross, tanto gradito agli appassionati negli scorsi anni da essere accostato più volte a una Coppa del Mondo.
LA PRESENTAZIONE – Come di consueto, la tappa è stata presentata questa sera presso la sala d’onore del Caroli Hotel Ecoresort Le Sirenè, in u evento che non solo ha assunto i contorni del ringraziamento per una straordinaria stagione in rosa, ma ha dato modo all’ASD Romano Scotti di tirar fuori ben due cilindri dal cappello per ingolosire gli appassionati di ciclocross. La scia delle emozioni della famiglia del GIC non si fermerà a Gallipoli. Se qui domani saranno consegnate le maglie rosa definitive della 14esima edizione, ben altri due circuiti di caratura internazionale sono pronti a partire. New entry in casa ASD Romano Scotti è infatti l’edizione sperimentale del Giro delle Regioni Ciclocross (marchio registrato) che sin da subito permetterà di non far svanire le emozioni e rimettersi subito in corsa. Già venerdì 23 dicembre si alzerà il sipario sulla corsa di Noci, organizzata in collaborazione con la Scuola di Ciclismo Franco Ballerini Bari in seno al progetto “Puglia Cross”. La tappa di Noci sarà valida come Campionato Intersolidale.
Secondo appuntamento, per palati fini, fissato per domenica 8 gennaio nel celeberrimo Ippodromo delle Capannelle, a Roma Capitale. Sede di svariate edizioni del GIC, dei Campionati Italiani (2011 e 2018) e della Coppa del Mondo (2013 e 2014), l’ippodromo delle Capannelle è a conti fatti il tempio del ciclocross nazionale moderno, tornando sulle scene dopo qualche anno di attesa, che non ha fatto altro che accrescerne il desiderio. Il percorso sarà quello consueto e molto apprezzato, con la possibilità, per gli spettatori, di seguire dagli spalti o persino dal ristorante panoramico “Corto Muso”. Il regolamento del Giro delle Regioni Ciclocross sarà analogo a quello del Giro d’Italia Ciclocross con la sola eccezione del numero di tappe (2 invece di 6) e del carattere “sperimentale”.
Domani le classifiche potranno essere seguite online sul sito ufficiale del Giro d’Italia Ciclocross, unitamente all’andamento della graduatoria generale per la maglia rosa.