Giro Italia Ciclocross, a CorridoMnia la carica dei 750 onora le prime maglie rosa della quattordicesima edizione

Con gli anni il Parco Verde di CorridoMnia ha sempre più preso la conformazione dello stadio del ciclocross, capace di accogliere tanti appassionati spettatori ma anche di mettere a dura prova gli atleti. Anche la quarta volta consecutiva nella città di Corridonia non ha tradito le aspettative grazie alla sinergia tra ASD Romano Scotti, Bike Italia Tour e Ciclo Club Corridonia e soprattutto la grande spinta propulsiva del CorridoMnia Shopping Park, guidato da Alfio Caccamo. Senza dimenticare il sostegno del comune di Corridonia, che per la prima volta ha patrocinato l’evento. Non male come apertura del 14° Giro d’Italia Ciclocross, in una giornata benedetta dal sole e resa birichina da un vento che spesso ha complicato la vita agli atleti. In fondo la maglia rosa, specialmente se è la prima dell’anno, va sudata e meritata dal primo all’ultimo metro.
In 750 hanno risposto all’invito. C’erano tutti i ragazzi e le ragazze più in forma del momento, al punto da dare numerosi spunti di riflessione per la selezione azzurra. Per la Nazionale Italiana di Ciclocross a Corridonia c’era Luigi Bielli, in sostituzione del CT Pontoni che pur aveva annunciato la sua presenza sul campo gara marchigiano.
«Grazie a tutti e un arrivederci al 2023 – ha chiosato nella sua proverbiale estrema sintesi Francesco Baldoni, il Presidente del Comitato di Tappa – non pensavamo che l’apertura del GIC potesse essere così bella e divertente. Quasi direi che più di una gara è stata una vera festa e quindi di cuore vorrei ringraziare tutti coloro che hanno creduto in noi, dall’ASD Romano Scotti alla sindaca, passando per il mitico e insostituibile Alfio Caccamo. Squadra che vince non si cambia!».
Numeri importanti i 750 tra giovanissimi della promozionale, master, giovanili e internazionali, che già in mattinata avevano suggerito una modifica del cronoprogramma, sdoppiando la gara dedicata alle categorie amatoriali. Valore aggiunto alla manifestazione l’assegnazione dei titoli di campione provinciale di Macerata per la Federazione Ciclistica Italiana.
«Quando si combinano passione e competenza delle società locali, sostegno del tessuto produttivo e delle Amministrazioni Comunali il successo non può che essere assicurato – conferma Fausto Scotti, presidente del Comitato Organizzatore – tornare qui a Corridonia è un piacere immenso. Ci sentiamo a casa e ogni ingranaggio della nostra piccola grande macchina familiare è oliato. Grazie amici! Avete colto in pieno lo spirito. Grazie a tutti coloro che hanno percorso chilometri per onorarci di averci scelto, siete la nostra più grande fonte di energia».