Giro Italia Ciclocross, 700 saette rosa a Sant’Elpidio a Mare

Tante conferme e qualche sorpresa sul percorso marchigiano: ottima la riuscita del sodalizio O.P. Bike & ASD Romano Scotti. E domenica prossima si resta in zona, con la terza tappa a Corridonia (MC).
Comunicato stampa n° 9/2021 del Giro d’Italia Ciclocross
SANT’ELPIDIO A MARE – Guardando lo spettacolo del circuito nella frazione Luce da quel punto di vista privilegiato quale è il Cielo, sicuramente Tommaso Romanelli avrà applaudito i 700 girini che oggi, in quel di Sant’Elpidio a Mare, si sono contesi le maglie rosa nel secondo appuntamento del Giro d’Italia Ciclocross, la tappa dedicata proprio alla sua memoria. Non si sono risparmiati in casa O.P. Bike per fare le cose al meglio, senza tralasciare particolari. La carovana del GIC ha trovato in Stefano e Mattia Offidani e tutti i loro collaboratori una sponda valida e affidabile, esattamente come avvenuto sette giorni fa ad Osoppo con la Jam’s Bike.
In una giornata particolarmente fredda e coperta, senza però l’acqua che ha caratterizzato l’edizione di gennaio, la Frazione Luce di Sant’Elpidio a Mare si è riempita di ciclocrossisti – in 700 alla partenza – grazie all’opera dell’O.P. Bike, affiancata dall’ASD Romano Scotti e sostenuta dall’Amministrazione Comunale. Caratterizzato da numerosi cambi di ritmo e asperità altimetriche, il percorso è stato graziato dall’acqua ma non da un intenso freddo autunnale e ha fatto emergere la dote della velocità e dell’astuzia di guida. «Oggi è stato un successo grazie alla collaborazione dei miei straordinari volontari e al supporto degli amici della Romano Scotti – ha sintetizzato da podio il presidente della O.P. Bike Stefano Offidani – ma soprattutto per il vostro calore e la grande partecipazione, che ci fa sentire parte di un’unica famiglia». «Per noi della famiglia Scotti è un tesoro trovare delle persone come voi – ha gli ha fatto eco Fausto Scotti, presidente del Comitato Organizzatore – siete lo specchio di un movimento crossistico che sta crescendo, che richiede organizzatori sempre più qualificati. E la vostra autonomia è sintomo di affiatamento, preparazione e dedizione. Ben fatto, questo è uno dei frutti più belli del Giro d’Italia Ciclocross che lasciamo in dono alle realtà locali».
Durante la cerimonia protocollare è stato anche assegnato, per la prima volta, il premio fair play, consistente in un condizionatore Weissmann offerto dal nuovo sponsor ufficiale del Giro d’Italia Ciclocross, nonché atleta master, Marco Valentini, titolare della General Calor. Non c’è emozione più bella di accogliere nella famiglia del GIC un sostenitore che proviene direttamente nelle proprie fila. È proprio vero che il Giro d’Italia Ciclocross entra nel sangue.