GIOIA TAURO -Santa Messa in onore della Virgo Fidelis, Patrona dell’Arma dei Carabinieri.

Giovedì 23 novembre a Gioia Tauro nella Chiesa di San Gaetano Catanoso , è stata celebrata una
La funzione religiosa è stata officiata dal vescovo della Diocesi Oppido –Palmi Mons. Francesco Milito, alla presenza del Tenente Colonnello Andrea Milani, Comandante del Gruppo Carabinieri di Gioia Tauro, dei Comandanti delle Compagnie di Gioia Tauro, Palmi e Taurianova, di Elisabetta Tripodi già sindaco di Rosarno, del sindaco di Taurianova Fabio Scionti, di Antonino De Masi e Antonino Bartuccio, nonché delle massime autorità civili, militari, religiose locali, rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d’Arma, della magistratura del distretto reggino e del circondario di Palmi e tantissimi studenti.
“La scelta della celebrazione della “Virgo Fidelis”, quale Patrona dell’Arma, trovò la propria consacrazione ufficiale con la promulgazione del Breve Apostolico del 11 novembre 1949 a firma di Papa Pio XII che, sollecitato dal voto unanime dai cappellani militari dell’Arma e dell’Ordinario Militare per l’Italia, decise di fissare la ricorrenza della celebrazione della Virgo Fidelis al giorno 21 del mese di novembre, in concomitanza con la festa religiosa della Presentazione di Maria Vergine”.
Nella sua omelia Mons. Milito, rivolgendosi agli uomini della “Benemerita” tra le altre cose ha detto: “ Come Maria ha accettato con convinzione i progetti divini che le annunciavano la maternità, così sia la vostra convinzione nel continuare a lavorare senza vacillare affinchè anche nei momenti più bui quella sofferenza si trasformi, in forza interiore”.
Il Tenente Colonnello Andrea Milani, nel suo intervento ha sottolineato l’importanza di un atteggiamento sinergico, attivo ed energico: “Il nostro nemico oggi è subdolo e vile e noi non siamo eroi ma semplici uomini, eppure non cederemo”.
Caterina Sorbara