GIOIA TAURO-Presentato nei locali dell’Associazione Alaga-Onlus, presieduta da Michelino Verzì, il progetto denominato Thouret.

E’ stato presentato sabato 7 luglio a Gioia Tauro, nei locali dell’Associazione Alaga-Onlus, presieduta da Michelino Verzì, il progetto denominato Thouret.
Progetto che comprende l’apertura di uno sportello antiviolenza unitamente ad una casa rifugio temporanea per donne vittime di violenza e minori, che opererà di concerto con le istituzioni.
Ha presentato e moderato l’evento il prof. Nunzio Cordiano,Responsabile Cultura Alaga che, dopo i saluti istituzionali si è soffermato sull’importanza dell’evento sottolineando che in Italia i casi di femminicidio stanno aumentando in maniera esponenziale.
Michelino Verzì dopo aver ringraziato il Lions Club Gioia Tauro-Piana per il patrocinio ha parlato del progetto che è scaturito dall’esperienza maturata nel tempo e già operante in forma pilota da 24 mesi.
Ascolto, Supporto, Orientamento e Protezione sono i suoi punti di forza.
All’interno dello stesso vi sono tutte le figure professionali necessarie al giusto funzionamento.
La struttura è dotata di un ambulatorio interno e si avvale di figure professionali e mediche.
Il servizio antiviolenza è garantito h24 mediante un numero di telefono “3533895795”.
Subito dopo Eleonora Mazzacua, responsabile del progretto Thouret, ha precisato che il progetto è nato quando due anni fa il capitano Cinnerella aveva affidato all’associazione una ragazza dell’Ecuador.
La scelta di denominarlo Thouret è nata per dare continuità con l’Associazione in onore, appunto, di Santa Giovanna Antida Thouret.
Subito dopo si è soffermata sulla violenza che è presente in tutti i ceti sociali e il centro è il punto di partenza per aiutare le vittime.
Infine la Mazzacua ha ringraziato Clara De Marco e Ivana Vazzana per la collaborazione.
A seguire si sono succeduti gli interventi di Alessandra Trunfio, Assistente sociale;Doriana Tripodi psicologa e Jessica Tassone esperta antiviolenza e componente dell’osservatorio Regionale dell’Antiviolenza.
Il presidente del Lions Club dott. Ribuffo nel suo intervento dopo aver rimarcato l’importanza del progetto ha sottolineato che i Lions collaboreranno attivamente.
L’vento è stato intervallato dalla lettura di alcune poesie a cura di Marta Panunzio e dalle musiche del duo Jazz Arcidiaco & Irrera.
Caterina Sorbara