Emergenza incendi Potenziare le risorse Premiando chi più vigila

Marcello Anastasi

L’emergenza incendi sta mettendo a dura prova molte Nazioni mediterranee e le moltissime regioni italiane che hanno subito la perdita di migliaia di ettari di bosco con danni incalcolabili per l’ecosistema, per l’economia di territori desertificati dagli incendi e per il microclima. Anche in Calabria si stanno registrando numerosi incendi che hanno confermato ancora una volta come la struttura anticendio regionale e della protezione civile non sia adeguata – per numero e mezzi- ad affrontare questo tipo di emergenze. Lo dichiara il consigliere regionale Marcello Anastasi che ha fatto suo il grido d’allarme che ormai risuona ovunque, amplificato da ritardi e dalla difficolta’ di interventi rapidi in tempi utili ad evitare l’ espandersi del fuoco . Su questa grave carenza è necessario- ha dichiarato Anastasi – far si che si crei una rete efficiente di prevenzione e di pronto intervento per proteggere nelle aree maggiormente a rischio habitat ecosistemi e vite umane. In questo senso Anastasi ritiene fondamentale che venga incentivato e premiato il personale responsabile di settori nei quali non si registrino incendi di alcun tipo. Questo come premio per la fattiva vigilanza sui territori di competenza. Oltre a cio’ – dichiara Anastasi – occorre far ricorso alle più moderne tecnologie utili a prevenire gli incendi. In quest’ottica importantissimo è il ruolo da riconoscere all’utilizzo dei droni per una sorveglianza aerea coordinata da terra da parte di una struttura di controllo che deve vedere impegnati in sinergia Forze dell’Ordine, Carabinieri forestali, Agenti della Forestale e Protezione Civile. L’utilizzo dei droni in aree delimitate predeterminate consentirà di individuare la presenza delle fumarole : ovvero i pennacchietti di fumo indicativi dello svilupparsi di un incendio e di prontamente intervenire per evitare il propagarsi del fuoco Oltre a ciò il consigliere Anastasi intende approfondire nei dettagli la questione legata alla necessità di dotare la regione Calabria di una propria struttura aerea antincendio dotata di Canadian Air: gli aerei antincendio o di elicotteri antincendio che siano gestiti in Home direttamente dalla struttura regionale utilizzando come basi gli aeroporti , oggi non utilizzati o sottoutilizzati. Questo perché la disponibilità di aerei antincendio appare gravemente insufficiente per fronteggiare i molteplici episodi che si stanno registrando in queste ore. E’ necessario- conclude Anastasi – per prevenire incentivare la prevenzione e la sorveglianza e creare condizioni per un pronto ed efficace intervento antincendio. In questo senso dichiara di voler approfondire in un pubblico dibattito con tecnici della materia questa problematica al fine di presentare al Facente Funzioni e alla sua Giunta dati inconfutabili che non consentono alcuna forma di evasione dall’obbligo di presa d’atto e di intervento immediato per la tutela del nostro patrimonio. Difendere i nostri boschi – conclude Anastasi – significa difendere la nostra vita, la vita dei nostri figli,-la cultura e la storia che i boschi nascondono e difendono