Dal Settore Sviluppo economico due regolamenti per le Attività artigianali di servizi alla persona e quello per il Commercio in sede fissa

I due nuovi strumenti si concentrano sui servizi di cura alla persona di acconciatore ed estetista, e le attività di tintolavanderia

Il settore Sviloppo Economico ha inoltrato al Consiglio comunale, per il necessario esame di competenza, il Regolamento per le Attività artigianali di servizi alla persona e quello per il Commercio in sede fissa.

“Si tratta di due strumenti per i quali si è provveduto ad un organico adeguamento normativo, perseguendo il fine di rendere più sicuro l’accesso a determinati servizi per l’utenza e maggiormente semplificate le procedure amministrative per gli operatori commerciali” ha dichiarato l’assessora alle Attività Produttive Angela Martino.

In particolare le novità dei nuovi strumenti normativi comunali si concentrano sui servizi di cura alla persona di acconciatore ed estetista riconoscendo l’affido di poltrona e/o di cabina e modalità più sicure per le attività di tatuaggio e percieng. Inoltre, si è disciplinato in modo organico l’attività di tintolavanderia, con parametri di sicurezza più chiari per i responsabili tecnici.

“Da lunedì inizierà l’esame dei testi nella commissione consiliare comunale competente dove si aprirà il confronto sul lavoro finora svolto con i consiglieri e le categorie datoriali – ha proseguito Martino – Inoltre, nell’arco di qualche settimana, la sezione Amministrazione trasparente del portale istituzionale del Comune sarà implementata con le schede informative contenenti gli adempimenti specifici per oltre 60 procedimenti finalizzati all’apertura di altrettante attività economiche. È nostro dovere rendere sempre più accessibili i servizi erogati, semplificando anche il lavoro dei professionisti che si approcciano al Suap”.