Cosmos 2022, gran finale al Teatro Cilea. La giuria incorona Jimena Canales e il Maestro Nicola Piovani incanta il pubblico

Straordinario spettacolo del premio Oscar che ha portato sul palco del massimo teatro cittadino “La musica è pericolosa”. Chiusura trionfale per la quattro giorni di scienza, cultura e società che ha incoronato Jimena Canales vincitrice del Premio Cosmos 2022 con il libro “L’ombra del diavolo”. Al professor Guido Tonelli il premio Studenti

Non poteva esserci chiusura migliore per il Festival Cosmos 2022, la rassegna internazionale di Scienza, Cultura e Società che ha trasformato Reggio Calabria e il suo territorio metropolitano, nel cuore pulsante della comunità scientifica nazionale e internazionale. A suggellare il grandissimo successo della manifestazione promossa dalla Città Metropolitana, lo straordinario concerto di Nicola Piovani “La musica è pericolosa” che ha letteralmente incantato il pubblico del Teatro “Francesco Cilea” di Reggio Calabria. Una serata magica, perfettamente in linea con le suggestioni e le emozioni che tutti gli appuntamenti di “Cosmos” hanno suscitato in questi giorni, specie tra i tantissimi giovani studenti che ne sono stati i veri protagonisti. E la serata conclusiva affidata alle note del Maestro Piovani, premio Oscar nel 1999 per le musiche del capolavoro cinematografico di Roberto Benigni, “La vita è bella”, ha segnato il giusto coronamento di una kermesse che riesce a coniugare efficacemente cultura, arte e divulgazione scientifica. Presenti per la cerimonia conclusiva il Sindaco f.f. della Città metropolitana, Carmelo Versace e l’Assessora alla Cultura del Comune di Reggio Calabria Irene Calabrò, il consigliere metropolitano delegato alla Cultura, Filippo Quartuccio, la dirigente del Settore Cultura della Città Metropolitana, Giuseppina Attanasio, la Direttrice del Planetarium Pythagoras Angela Misiano e tutti i componenti del comitato scientifico di Cosmos con il Gianfranco Bertone. Ed è stata proprio la Professoressa Lucia Votano, a nome della giuria scientifica, insieme al Sindaco metropolitano f.f. Carmelo Versace, a consegnare il premio Cosmos per la divulgazione scientifica edizione 2022 a Jimena Canales la cui opera editoriale (“L’ombra del diavolo”) è stata scelta come vincitrice tra una cinquina di libri finalisti in cui figurano altri autori quali Guido Tonelli, Patrizia Caraveo, Arik Kershenbaum e David Lindley. Autori tutti omaggiati delle spille realizzate dal maestro orafo Gerardo Sacco e consegnate dal consigliere Quartuccio. Al professor Tonelli, invece, è andato il Premio Cosmos assegnato dalla giuria composta dagli studenti di scuole di tutta Italia e degli italiani all’estero. “Questa sera, in questa straordinaria cornice, celebriamo cultura, bellezza, scienza, impegno e merito. Tutti concetti che stanno dentro questo importantissimo Premio e dentro il Festival Cosmos 2022”, ha affermato il Sindaco f.f. Versace. “Un lavoro complesso e altamente qualificato che va avanti dal 2018 su input del Sindaco Giuseppe Falcomatà e che è arrivato fin qui grazie allo straordinario lavoro del Settore Cultura della Città Metropolitana guidato dalla dottoressa Giuseppina Attanasio, del consigliere Filippo Quartuccio che continua a spendersi con grande impegno e naturalmente del professor Gianfranco Bertone, della professoressa Angela Misiano e di tutte le personalità che hanno lavorato a questa rassegna. Cosmos si conferma una delle più grandi manifestazioni scientifiche d’Italia la cui ambizione, oggi, deve essere quella di fare un ulteriore salto di qualità e proseguire nel suo brillante percorso di crescita”. “Il Festival nasce dall’idea di fare qualcosa di più rispetto al solito schema che vede il coinvolgimento di singole personalità del mondo scientifico – ha detto il Presidente del Comitato scientifico Gianfranco Bertone in apertura – ovvero aumentare la consapevolezza tra i cittadini intorno alla grande cultura scientifica e favorire anche l’orientamento tra la massa di informazioni che circolano in rete. E poi ci sono i risvolti sociali ed economici che accompagnano questo tipo di eventi e dunque un convinto plauso alle istituzioni del territorio per aver scommesso su Cosmos”.