Cis, Azione Reggio Calabria al fianco della MetroCity: “Da Regione scorrettezza istituzionale, si prediligano istanze del territorio”

“E’ evidente che la maggioranza alla guida di Palazzo Santelli abbia le idee un po’ confuse circa la vicenda Cis. La lettera della burocrazia regionale parla chiaro e la Vicepresidente Princi, anziché arroccarsi in una strenua difesa della Cittadella dovrebbe prediligere le istanze del territorio e prodigarsi affinché la Città Metropolitana ed i suoi Comuni siano risarciti dei fondi indebitamente sottratti a causa del colpevole ritardo della Regione”. Cosi in una nota il Segretario cittadino di Azione Santo Suraci interviene sulla vicenda dei Cis.

“Bene ha fatto il sindaco facente funzioni della Città Metropolitana Carmelo Versace a denunciare pubblicamente la grave mancanza della Regione, cui spettava la fase preistruttoria del bando. Piuttosto che tentare di difendere l’indifendibile – ha aggiunto Suraci – se dalle parti della Cittadella hanno davvero a cuore le istanze del territorio, dovrebbero unirsi a noi chiedendo una rimodulazione dei Cis, pretendendo una valutazione di merito sui progetti presentati dalla Metrocity che, proprio a causa del ritardo di trasmissione, non sono stati presi in esame dall’Agenzia della Coesione e dal Ministero”.

“La comunità reggina si pone quindi al fianco dei propri rappresentanti istituzionali – conclude Suraci – affinchè questa brutta pagina di scorrettezza istituzionale da parte della Cittadella si concluda con una presa di coscienza che prediliga le istanze del territorio e non le ragioni di Partito. Ai posizionamenti politici e alle scorrettezze noi preferiamo sempre schierarci dalla parte della comunità, che merita che i progetti, peraltro ampiamente condivisi con tanti Comuni del territorio, siano tutti finanziati”.