CINQUEFRONDI:SCONTRI VERBALI,POLEMICHE E ACCUSE NELLA SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE.PRESENTATA LA NUOVA GIUNTA

CINQUEFRONDI:SCONTRI VERBALI,POLEMICHE E ACCUSE NELLA SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE.PRESENTATA LA NUOVA GIUNTA.

E’ successo di tutto e di piu’ nella seduta del Consiglio Comunale di Cinquefrondi all’indomani del ritiro delle dimissioni da parte del Sindaco Michele Conia.
Una seduta che ha registrato momenti di tensione a anche di emozioni a causa dell’intreccio di problemi politici e personali, di tutti i soggetti investiti dagli avvenimenti, innescati con le dimissioni del Sindaco, in data 15 Marzo.
Un consiglio Comunale al completo e che ha richiamato diversi cittadini e che ha visto l’ex Assessore Romina Sorbara seduta tra il Pubblico(avendo perso la status di Consigliere dopo la mancata riconferma in Giunta).
Invece , Giuseppe Longo,gia’ Vicesindaco e Gabriella Valentino, gia’ Assessore, erano seduti ai margini dei tavolo del Consiglio Comunale.
Ricordiamo che Conia aveva protocollato le sue dimissioni di Sindaco della citta’ a causa delle “Gravi difficolta’ finanziare in cui versa l’Ente e anche a causa della poco coesione del suo gruppo Consigliare Rinascita per Cinquefrondi.”
Una settimana dopo,Michele Conia ha ritirato le dimissioni,ha azzerato la Giunta,ha rifatto la Giunta “Cacciando” Longo,Sorbara e Valentino.
Un Consiglio Comunale all’insegna delle polemiche interne alla maggioranza e che ha visto un duello diretto,Conia -Longo- aspro e per alcune aspetti irreale, di due persone ,che sono cresciute assieme politicamente.
Ad inizio di seduta ,il Sindaco ha letto le missive inerenti a questa vicenda e da li’ si e’ aperto un dibattito-scontro tra tutti i gruppi e i consiglieri presenti nella massima Assise Comunale.
Marco Cascarano ,di Uniti per il Popolo ,ha affermato che il Consiglio Comunale e’ incompleto e monco, in quanto, non ne’ fa parte un Consigliere (Romina Sorbara) eletta dal popolo.
“Mi avete criticato-ha affermato Cascarano quando,da Sindaco,ho aumentato le tariffe inerenti al servizio idrico e oggi voi siete costretti a riconfermarle,a causa del grave debito ,che questo comune ha, con la Sorical s.p.a.”
“Vi invito a dimettervi-ha tuonato Cascarano-per la Rinascita del Paese”.
Sulla stessa scia e’ stato l’intervento del capogruppo del PD Michele Galimi,il quale, ha accusato la maggioranza di “Assassinio politico e di atto di pirateria” per la mancata riconferma del ex Assessore Sorbara.
“Sindaco-ha affermato Galimi-diteci cosa c’e’ sotto,diteci la verita’ o i Consiglieri del mio gruppo, valuteranno se partecipare piu’ a questo Consiglio”.
Giuseppe Longo ha voluto informare il Consiglio Comunale di ever tentato con tutti i mezzi di dissuadere Conia dalla decisione di protocollare le sue dimissioni,ma ben presto “Abbiamo capito che era una scusa e che tutto veniva fatto per cacciarci dalla Giunta”.”Noi –ha affermato Longo,con Gabriella Valentino,ci costituiamo in un nuovo gruppo che si chiama Autonomamente,ma che si considera nella maggioranza amministrativa”.
“Le diversita’ di pensiero-ha sostenuto Longo-non possono essere il pretesto per azioni di estromissioni da una maggioranza alla quale noi siamo legati dalla firma di un programma”.
Il consigliere Fausto Cordiano ,capogruppo di Rinascita,ha affermato di aver segnalato, da diverso tempo “l’anomalia di un Vice- Sindaco che si trovava nella maggioranza ma che si era iscritto ad un partito(il PD) che e’ all’opposizione.”
L’intervento del Sindaco Conia ha acceso la miccia innescando un botta e risposta a piu’ soggetti,dal quale,sono emersi particolari “oscuri”, di una vicenda complessa e che ha dissolto quella che era la maggioranza Amministrativa.
”In questo Comune nessuna maggioranza e’ arrivata alla fine cosi’ come e’ partita,ha affermato Conia.Galimi da Sindaco, ha estromesso tre Assessori e lo stesso ha fatto Cascarano, con il suo ViceSindaco”.
“La legge –ha sostenuto Conia-mi da’ la facolta’ di azzerare e nominare la nuova Giunta che,per me, diventa prioritario al fine di affrontare le difficolta’ economiche di un Ente che rischia il dissessto finanziario. Un problema che non riguarda solo Cinquefrondi ma tanti Comuni”.
“Vi invito-ha affermato Conia-aiutate il Comune ad andare avanti,chiudiamo le polemiche e la mia porta e’ aperta a tutte le vostre proposte positive”.
Infine Michele Conia, ha presentato la nuova Giunta Comunale che risulta’ cosi composta:ViceSindaco Rocco Furiglio con deleghe al Patrimonio,Giada Porretta con deleghe alla cultura e spettacoli,Flavio Loria con deleghe al Bilancio e ai rapporti con altri Enti,Roberta Manfrida con deleghe ai servizi sociali.
Su questa scelta del Sindaco, non sono mancate le polemiche e dopo vari interventi,l’ex Sindaco Cascarano, ha affermato che “ Oggi la politica ha celebrato il suo funerale “ e l’altro ex Sindaco ,Galimi ,ha invitato Conia a dimettersi “veramente per aprire a Cinquefrondi una nuova fase politica”.
Il Sindaco Conia ha riconosciuto lo “ svilimento” del ruolo dl Consiglio Comunale, ma ha preteso, che venisse verbalizzato che “Longo,Valentino e Sorbara, sono persone perbene e tutto quello che e’ successo non ha niente di personale, ma va solo ricondotto, alle divergenze politiche”.

Cinquefrondi 29 Marzo 2018 Aldo Polisena