CINQUEFRONDI – lo SPRAR di Cinquefrondi compie due anni.

lo SPRAR di Cinquefrondi compie due anni.

Il sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati e’ un sistema nato in Italia nel 2001 ed e’ stato pensato per gestire il fenomeno in una cornice internazionale.


Significative sono state le esperienze in Calabria e tra queste quella dello Sprar di Cinquefrondi che, oggi, ha compiuto due anni.Per l’occasione e’ stata organizzato,presso la Mediateca Comunale,dove ha sede lo Sprar,un incontro ed una festa dove hanno partecipato tanti immigrati e cittadini che hanno voluto raccontare la loro esperienza di accoglienza e di socializzazione.
All’incontro hanno partecipato:Michele Conia Sindaco della citta’,Francesca Ieraci insegnante presso lo Sprar,Giovanni Maiolo coordinatore Sprar e Alessia Barbiero Presidente Cooperativa San Cala’.“Abbiamo dato speranza-ha sostenuto Michele Conia-a tanta gente disperata che e’ stata accolta con amore dalla nostra comunita’”.
“Importante e formativa-ha affermato Francesca Ieraci-e’ stata la mia esperienza di insegnante con gli ospiti dello Sprar di Cinquefrondi”.
Giovanni Maiolo e Alessia Barbiero hanno ripercorso le tappe dell’esperienza dell’accoglienza ai rifugiati nella nostra Regione,una esperienza,che ha aiutato tanta gente che e’ fuggita da situazioni di fame,di guerra e di discriminazione nei loro paesi d’origine.
Fausto Cordiano consigliere comunale e Aldo Polisena autore di un libro sull’emigrazione,hanno portato la loro testimonianza e successivamente sono stati eseguite delle musiche dei paesi dei richienti asilo ed e’ stato offerto ,al Sindaco,in regalo, un lavoro artigianale realizzato da un giovane immigrato.

Cinquefrondi 16 Aprile 2018 Aldo Polisena