Bonus Trasporti, Delfino: “Buona notizia per studenti, lavoratori e pensionati”

L’assessore comunale al Welfare sottolinea il valore della misura introdotta dal Governo che introduce, dal prossimo 1 settembre, un incentivo di 60 euro per l’acquisto di abbonamenti ai servizi di mobilità pubblica

Prende il via dal prossimo 1 settembre il bonus trasporti utilizzabile per l’acquisto di abbonamenti annuali o mensili relativi a servizi di mobilità pubblica locale, regionale e interregionale o per i collegamenti ferroviari nazionali (esclusi i servizi di prima classe). L’incentivo, che può essere pari fino al 100% della spesa da sostenere, prevede in ogni caso il limite massimo di valore pari a 60 euro. Il bonus, inoltre, è nominativo e sarà utilizzabile per l’acquisto di un solo abbonamento (annuale, mensile o relativo a più mensilità) da acquistare nel mese in cui si è richiesto. Il periodo di validità del buono è infatti limitato al mese solare di emissione, anche se si effettua l’acquisto di un abbonamento annuale o mensile che parte dal mese successivo. Ogni beneficiario potrà richiedere un “Bonus trasporti”, entro il 31 dicembre 2022 o fino a esaurimento risorse. “La misura introdotta dal Governo è certamente una notizia positiva”, commenta l’assessore comunale al welfare, Demetrio Delfino, “che va nella direzione di un maggiore sostegno alle fasce più fragili della popolazione e in particolare a quanti, fra studenti, lavoratori e pensionati, hanno la necessità di utilizzare quotidianamente i mezzi di trasporto pubblici. Tale misura può avere una ricaduta importante anche nel nostro territorio – prosegue il rappresentante di Palazzo San Giorgio – favorendo da un lato l’accesso al sistema di mobilità pubblica e per altro verso incidendo positivamente anche sul versante della sostenibilità ambientale e sociale. Si tratta di una misura sperimentale – conclude l’assessore Delfino – che auspichiamo possa nel tempo diventare strutturale, anche attraverso una ulteriore implementazione delle risorse ad essa destinate, ma rappresenta certamente uno strumento significativo che guarda all’inclusione e ad un rilancio della cultura della mobilità urbana”. Il buono sarà emesso da un portale telematico dedicato, e sarà spendibile presso un solo gestore dei servizi di trasporto pubblico entro il mese di emissione presentandolo alle biglietterie del gestore del servizio di trasporto pubblico. Il gestore potrà a sua volta accedere al portale verificandone la validità. In caso positivo viene rilasciato l’abbonamento richiesto e il gestore provvede a registrare sul portale l’utilizzo del buono, indicando l’importo effettivamente fruito. Potranno ottenere il Bonus le persone fisiche che nell’anno 2021 hanno conseguito un reddito complessivo non superiore a 35mila euro da certificare con una autodichiarazione La domanda per il bonus sociale trasporti andra inviata accedendo al portale www.bonustrasporti.lavoro.gov.it del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che sarà reso disponibile nelle prossime settimane, per essere operativo dal 1 settembre 2022. Sarà necessario registrarsi con SPID o CIE e nella richiesta andranno indicati l’importo del buono richiesto a fronte della spesa prevista e il gestore del servizio di trasporto pubblico che si intende utilizzare. Andranno infine allegate le dichiarazioni sostitutive di autocertificazione riguardanti il reddito.