Alla palestra di Archi una targa commemorativa per Nuccio Geri

L’Amministrazione comunale sostiene l’iniziativa promossa da “Viola inside” e dalla Fip per ricordare lo storico protagonista del basket reggino

Il Comune di Reggio Calabria sostiene l’iniziativa promossa da “Viola inside” e Federazione italiana pallacanestro e sarà presente, lunedì 31 ottobre alle 16.00 presso la palestra di Archi, durante l’apposizione di una targa intitolata a Nuccio Geri, storico protagonista del basket cittadino scomparso il 29 luglio 2020.

«Nuccio Geri – hanno commentato l’assessora Giuggi Palmenta ed il consigliere delegato allo Sport, Giovanni Latella – è stato un autentico punto di riferimento per intere generazioni di cestisti reggini. La sua è stata una vita impregnata di pallacanestro, sia da giocatore – con i suoi trascorsi nello Sporting Club, nell’Olympia, nella Gea e nella Jolly – sia da allenatore in ogni campo da gioco cittadino. Chi ne ha condiviso la linea del parquet, racconta ancora le sue bellissime esperienze a Santa Caterina, al Piria, al De Amicis, allo Scatolone, ad Archi, al PalaCalafiore, al PalaBenvenuti, al PalaLumaka o nelle compagini della Uisp Tremulini, della Gea, della Cestistica Frassati, dell’Olympic Club, del Basket Evergreen, della Target, del Magic basket, di Attendiamoci Basket o dello Skorpion Basket. Insomma, una carriera che ha abbracciato qualsiasi categoria, maschile o femminile che fosse».

«Dunque – hanno affermato ancora – una parte importante della sua esistenza è stata concretamente dedicata alla palla a spicchi, come testimonia anche l’impegno dei presidenti di “Viola inside” e Fip Calabria, Gaetano Gebbia e Paolo Surace, di volerne coltivare la memoria per rimarcare la personalità e lo spessore di un grande uomo di sport. A loro va il ringraziamento del Comune per quanto hanno fatto e stanno continuando a fare per la salvaguardia e la promozione del patrimonio storico cestistico reggino».

«Tutte esperienze – hanno ricordato gli amministratori – culminate con altrettanti riconoscimenti come, ad esempio, quello di allenatore benemerito della Fip o di “Operation manager” della Nazionale Italiana durante le varie tappe degli azzurri in riva allo Stretto».

«Una persona genuina, appassionata, umile e sincera – hanno concluso Palmenta e Latella – cui il mondo dello sport e la comunità tutta deve tanto in termini, soprattutto, educativi. Sotto l’ala di Nuccio Geri, infatti, un numero infinito di giovani è riuscito a crescere nel solco di una guida forte in un ambiente sano e valoriale. L’amministrazione comunale, quindi, non poteva rimanere indifferente di fronte ad un tributo giusto e doveroso. Lunedì saremo alla palestra di Archi per omaggiare un reggino che ha rappresentato la parte buona e giusta della città e per segnare una prima importante tappa nell’iter amministrativo, già avviato, che porterà all’intitolazione della struttura sportiva all’indimenticato coach reggino».