A Gioia Tauro un incontro sui tumori alla mammella

Secondo i dati Istat nel 2018 il carcinoma mammario ha rappresentato con 13.076 decessi, la prima causa per tumore nelle donne.
Dalla fine degli anni novanta si osserva una continua tendenza alla diminuzione della mortalità per carcinoma mammario (-0,8% annuo), attribuibile alla maggiore diffusione dei programmi di diagnosi precoce, e quindi all’anticipazione diagnostica, e anche ai progressi terapeutici.
La prevenzione è importantissima. Lo screening per la diagnosi precoce del tumore mammario si rivolge alle donne di età compresa tra i 50 e i 69 anni e si esegue con una mammografia ogni 2 anni.
In alcune Regioni si sta sperimentando lo screening tra i 45 e i 74 anni. I programmi organizzati di screening prevedono che l’esame venga eseguito visualizzando la mammella sia dall’alto verso il basso che lateralmente.
Una maggiore accuratezza nella diagnosi si ottiene con la valutazione della mammografia effettuata separatamente da 2 medici radiologi. In caso di un sospetto, al primo esame seguono approfondimenti e, se necessario, il trattamento chirurgico.
Qualche giorno fa a Gioia Tauro nella storica Sala Le Cisterne si è tenuto un incontro proprio sul tema:
“I programmi di educazione sanitaria per la Diagnosi Precoce dei tumori della mammella”.
Ha relazionato il dott. Walter Gioffrè già Direttore U.O.C di Senologia Oncologica all’Università degli Studi e A.O.U.S.di Siena.
Direttore del Centro Interdipartimentale per la Ricerca Applicata in Senologia nell’Università degli Studi di Siena.
Incontro fortemente voluto e organizzato dal Rotary Club Gioia Tauro presieduto dal rag. Antonio Castellano e con il patrocinio del Comune di Gioia Tauro.
L’evento si è aperto con i saluti istituzionali della prof.ssa Teresa Pagano.
Subito dopo il Presidente del Rotary Castellano si è soffermato sull’importanza della tematica affrontata.
A seguire il dott. Giuseppe Zampogna Vice Presidente dell’ordine dei Medici della provincia di Reggio Calabria, ha curato l’introduzione della tematica.
Accurata ed esaustiva è stata la relazione del dott. Gioffrè che ha rimarcato l’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce.
In chiusura si sono registrati gli interventi del sindaco di Gioia Tauro Aldo Alessio e dell’Assessore alla Cultura Carmen Moliterno.
Al dott. Gioffrè è stato donato un quadro raffigurante il mare di Gioia Tauro
dell’ artista Macrì.
Caterina Sorbara