ROSARNO – “STORIE DAL MAUROS” RACCONTATE DA LUIGI MAMONE.

Nello splendido contesto dell’Omega Gallery di Rosarno, arricchito da tante opere d’Arte,la Professoressa Francesca Raso,ha voluto ospitare,a chiusura dell’attivita’ artistica per l’anno 2018, l’avvocato Luigi Mamone, per presentare il suo libro,edito da Bisantium,con la presentazione di Rocco Gambacorta e Sharo Gambino,che parla di violenza, di speranza e di religiosita’ popolare.


L’iniziativa,che e’ stata Patrocinata dal Comune di Rosarno,presente l’Assessore Pasquale Papaianni, e dal Movimento Calabrese socio-culturale Alfart,ha visto la presentazione del libro, a cura della Poetessa Maria Frisina,la quale, ha affascinato il numeroso pubblico , raccontando le storie del Mauros, “ Che per anni forse si e’ voluto non far conoscere ”.
“A che serve convocare la tre giorni di Africo- ha affermato Maria Frisina-durante i quali la Regione ,ha chiamato,gli scrittori calabresi per raccontare la Calabria,quando Luigi Mamone,gia’ nel 2006,aveva descritto le cose e l’ambiente con spirito giornalistico, prestando al lettore i propri occhi come una microtelecamera, affinche’ egli veda, anche cio’ che non gli e’ utile,cio’ che e’ superfluo e scontato.”
Infatti, l’Avvocato Mamone,che vive a Taurianova, ha svolto una intensa attivita’ giornalistica e televisiva fino dalla meta’ degli anni ’90,privilegiando i temi della difesa dell’ambiente e dei beni culturali che coniuga con la passione per il giornalismo sportivo.L’autore di questo libro e’ stato redattore dell’emittente TVESSE e fondatore del Comitato Sud Nord,Uniti per spezzare la Catene ,di Rizziconi, che organizzo’, la prima vera grande manifestazione dei calabresi contro la criminalita’ dei sequestri di persona.
“Storie dal Mauros, e’ dedicato “Al meraviglioso ricordo di mia Madre-Maria Filomena Alessio-alla quale il Destino ha impedito potessi offrirLe in dono queste mie povere storie”.
Le storie che l’Avvocato Mamone racconta sono quelle vissute da Ugo Malimeni,giornalista televisivo, affermato , che torna al paese dov’è nato e cresciuto,Taurianova, che e’ stato teatro di episodi di criminalita’ mafiosa,uno dei quali un sequestro di persona seguito dalla scomparsa della vittima mai trovata.
In questi quattro giorni al Paese,il giornalista, ritrova il suo amico Emilio Argiroffi,medico,comunista,poeta ,pittore,critico d’arte,Senatore della Repubblica,oltre che Sindaco della Citta’.
Un viaggio e quattro storie, attraverso un territorio fatto di morte,ma anche di speranza e di tanta religiosita’ popolare,come testimonia, il Pellegrinaggio notturno, che muoveva migliaia di persone di Taurianova, verso la Madonna della Grotta.
“Chi scrive-ha affermato Luigi Mamone- trasferisce delle sensazioni e momenti di vita affinche’ il tempo non li cancelli.Ho scritto di una Calabria che paga un prezzo altissimo per la cattiva informazione e per l’opportunismo imperante.
Sono passati 27 anni dal famoso VENERDI’ NERO (La strage di ‘ndrangheta) che marchio’ Taurianova e i Taurianovesi e poi scoppio’ il bubbone dei 5 morti e della testa mozzata,avvenimento montato ad arte dai mass-media per descrivere la Calabria. Non si combatte la ‘Ndrangheta con sconti di pena e mandando in galera, spesso, degli innocenti come testimoniano i numerosi casi di cattiva giustizia.
Il viaggio del protagonista,cosi’ come il cammino che e’ alla base del Pellegrinaggio,serve per ritrovare se stessi”

Rosarno 29 Dicembre 2018 Aldo Polisena