REGGIO CALABRIA: presentazione dei nuovi distintivi della Polizia di Stato.

Nelle sale del Castello Aragonese, che hanno ospitato l’evento, l’inquilino di Palazzo San Giorgio ha avuto modo di ascoltare ed apprezzare le parole del vice capo della Polizia, Antonio De Iesu, che si è detto “favorevolmente colpito dalla bellezza di Reggio Calabria”, del Questore Maurizio Vallone e del prefetto Massimo Mariani. Ripercorrendo le origini dell’aquila, simbolo araldico che caratterizza gli stemmi delle divise blu “adottata dal 1919 durante il governo di Francesco Saverio Nitti che istituì la Regia guardia per la pubblica sicurezza”, l’inquilino di Palazzo San Giorgio ha rimarcato “l’importanza della collaborazione fra le istituzioni”. “Fondamentale ed essenziale”, risulta poi, per Giuseppe Falcomatà, “il contributo delle forze dell’ordine in un comprensorio particolarmente delicato come il nostro”.
“Ogni giorno – ha detto il primo cittadino – ci corre l’obbligo di ringraziare gli uomini e le donne della Polizia di Stato che, con impegno, dedizione, equilibrio, sacrificio e professionalità, insieme ai colleghi degli altri corpi di difesa del territorio, aiutano i cittadini infondendo sicurezza e legalità, fattori pregnanti per la convivenza pacifica e civile delle popolazioni”.
Quindi, è con orgoglio che il sindaco Falcomatà ha ricevuto dal vicecapo della Polizia De Iesu e dal Questore Vallone, una riproduzione del nuovo stemma, omaggio del Corpo alla città di Reggio Calabria