REGGIO C. – Un quotidiano contrasto alla violenza di genere: arrestato uomo violento che maltrattava e aggrediva la convivente, anche alla presenza della figlia minore

La Sezione “Reati contro la persona, in danno di minori e sessuali” della locale Squadra Mobile, con il supporto delle Volanti della Questura, in esito a delicate indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, diretta dal Procuratore Giovanni Bombardieri, nei giorni scorsi ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in regime di detenzione domiciliare emessa dal G.I.P. nei confronti di un uomo, G.F. classe ’70, ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti contro familiari e conviventi, consumato ai danni della moglie, anche in presenza della figlia minore.
Il provvedimento restrittivo – scaturito dalle indagini coordinate dal Procuratore Aggiunto Gerardo Dominijanni e dal Sostituto Procuratore Marika Mastrapasqua – ha consentito di porre termine alle aggressioni fisiche e psicologiche che negli ultimi tempi, in modo abituale, l’uomo poneva in essere nei confronti della compagna.
In particolare, l’attività d’indagine ha consentito di appurare che l’uomo, ripetutamente, maltrattava la compagna con gravi comportamenti aggressivi e violenti, lesivi dell’integrità fisica e morale della donna, sottoponendo la stessa a un regime di vita vessatorio e violento, tanto da arrivare a dar fuoco, in un’occasione, all’appartamento ove essa abitava in precedenza.
I riscontri emersi dall’attività investigativa hanno consentito di ottenere dal G.I.P. del Tribunale di Reggio Calabria, a seguito di richiesta avanzata dalla Procura della Repubblica, la misura della custodia cautelare in regime di detenzione domiciliare a carico dell’uomo, eseguita dagli operatori della Squadra Mobile della Questura di Reggio Calabria.
Reggio Calabria, 12 agosto 2019.