GIOIA T.-Progetto di Servizio Civile Nazionale denominato “Un patrimonio artistico e culturale da valorizzare , trasmettere e fruire”

Si è concluso a Gioia Tauro con successo il progetto di Servizio Civile Nazionale denominato “Un patrimonio artistico e culturale da valorizzare , trasmettere e fruire” avviato dal Comune della città del porto nel gennaio 2018 .
L’ importante iniziativa progettuale, finalizzata alla valorizzazione del patrimonio storico, artistico e archeologico della città e delle attività di promozione culturale, si è svolta prevalentemente nei locali della biblioteca comunale e del Museo Metauros .
Hanno prestato servizio, a favore di questa attività, 12 giovani volontari che, abbracciando i valori fondanti del SCN – quali la promozione della solidarietà, della cooperazione, e della tutela dei diritti sociali – hanno dato un contributo importante a favore della città.
Il progetto, nelle finalità dei referenti dell’Ente, aveva l’ obiettivo di far conoscere alla città le proprie risorse culturali e di avviare una rete di collaborazione tra la biblioteca – museo e le istituzioni scolastiche.
Grazie alla disponibilità ed all’entusiasmo dei giovani volontari, è stata attuata una campagna informativa sui servizi di biblioteca e museo in tutte le scuole, consentendo di incrementare notevolmente il numero degli iscritti e dei frequentanti la biblioteca.
Inoltre la presenza dei volontari ha consentito l’estensione dell’orario di apertura al pubblico della biblioteca e la realizzazione di attività diverse mirate ai differenti target di età: lettura ad alta voce per i bambini della scuola dell’infanzia, laboratori tematici per i la scuola primaria, giochi a squadre ispirati alla letteratura per ragazzi ed incontri con autori per i ragazzi delle scuole medie, didattica della biblioteca, concorsi fotografici e, ancora, moltissime collaborazioni con le associazioni culturali del territorio per iniziative di promozione della cultura.
una piccola cerimonia, che si terrà venerdì nei locali della biblioteca, nello storico Palazzo Baldari, sancirà la chiusura definitiva del progetto.
L’evento coinciderà con la consegna alla scuola primaria “Montale” di quattro libri tattili, realizzati dai volontari, in collaborazione con gli alunni delle classi seconde del plesso, proprio a chiusura di un bellissimo percorso progettuale sugli elementi della natura, sulla sensibilizzazione al rispetto dell’ambiente e sul recupero dei materiali.
Sarà presente all’iniziativa il prefetto Antonio Reppucci, che guida la terna commissariale del Comune di Gioia Tauro, sempre sensibile alla promozione di tutte quelle attività che favoriscono sinergie e collaborazioni tra società civile, enti ed istituzioni a favore della crescita culturale della città.
Caterina Sorbara