Comunicato stampa Comune di Taurianova (riceviamo e pubblichiamo) 13-04-2017

 

Gli “Innamorati di Taurianova” perseverano nel loro insensato atteggiamento finalizzato al tentativo mal Ennesimo sconclusionato attacco degli Innamorati di Taurianova
DIREZIONE ERRATA
Il bilancio di previsione è pronto
riuscito di screditare l’attuale Amministrazione Comunale attraverso contumelie, quasi sempre noiose, prive di fondamento e ormai anche ataviche per quanto ripetitive.
In altre occasioni abbiamo resistito alla forte tentazione di rispondere, proprio per lo squallore dei contenuti, ma stavolta riteniamo che, rispetto a quanto asserito nel loro rancoroso comunicato stampa, i cittadini di Taurianova meritano di essere messi a conoscenza della reale portata dei fatti.
Iniziamo con lo strumentale allarmismo, lanciato dagli “Innamorati”, dovuto alla mancata approvazione nei termini del bilancio comunale di previsione 2017. Nel merito bisogna innanzi tutto premettere che S.E. il Prefetto di Reggio Calabria ha inviato la diffida, sollecitando l’approvazione dei documenti contabili, a 71 Comuni sui 97 che rientrano nella sfera della sua competenza territoriale.
Tra l’altro, il Comune di Taurianova non è la prima volta che riceve la medesima diffida e, primo fra tutti, dovrebbe ricordarlo il capo degli stessi “Innamorati”, consigliere Biasi, per averla ricevuta più volte ai tempi in cui rivestiva la carica di Sindaco e in periodi dove certamente non doveva faticare molto a quadrare i conti.
In ogni caso, per amore della verità, vi è da dire che tra le cause dei ritardi vi sono da considerare anche, se non soprattutto, le innovazioni apportate dal Governo Centrale allo schema di bilancio, reso ancor più complicato e, comunque, soggetto necessariamente ad attenta fase di studio onde evitare errori di natura tecnica.
A ciò vi è da aggiungere l’enorme e faticosa difficoltà di raggiungere l’equilibrio di bilancio, attesa l’ennesima decurtazione dei trasferimenti statali, la grande massa di debiti lasciata in eredità anche da chi oggi si permette di criticare aprioristicamente l’operato di quest’amministrazione dimenticando il passato e la ferrea volontà del Sindaco e dell’intera maggioranza di non aumentare, nonostante tutto, neanche di un centesimo i tributi comunali.
Gli sforzi sono stati premiati, cosicché il giorno 22 p.v., entro i termini decisi dalla Prefettura, il bilancio di previsione approderà in aula consiliare per essere deliberato, con buona pace di chi forse sognava altro.
I cosiddetti “Innamorati di Taurianova” scrivono anche di una vacanza a Bruxelles, pagata, di alcuni amministratori. Naturalmente lo fanno immaginando di poter prendere in giro gli ingenui concittadini tentando di carpire, maldestramente, la loro buona fede. Difatti scrivono “vacanza a Bruxelles pagata” ma non specificano da chi nel tentativo di far credere che la spesa possa essere ricaduta sulle finanze comunali.
Ebbene, la verità è che alcuni amministratori del nostro Comune sono stati invitati a visitare il Parlamento Europeo e partecipare ad un convegno sulle opportunità, per le pubbliche amministrazioni e per i privati, di poter accedere ai finanziamenti europei. L’invito è pervenuto da un europarlamentare che ha provveduto alle spese di viaggio e soggiorno per tutti gli invitati oltre che all’organizzazione della visita e degli eventi.
Gli “Innamorati”, invece di tentare di incuneare sospetti nelle menti dei nostri concittadini, dovrebbero sapere, in quanto consiglieri comunali, che purtroppo le casse comunali risultano oggi prosciugate e che per questo, oltre che per altri ragionevoli motivi, non è più possibile partire, a spese del Comune di Taurianova in missione-vacanza ad esempio a Sydney in Australia, a Lugano in Svizzera, a Montecarlo (anche in compagnia), a Tokio in Giappone ……..e ci fermiamo qui.
Per tutto questo e da persone serie, quali siamo, ci sentiamo di rassicurare e tranquillizzare i nostri concittadini sulla bontà dell’azione amministrativa.
I GRUPPI CONSILIARI DI MAGGIORANZA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


*Riprova